“La Puglia scende in piazza” contro le trivellazioni, a Monopoli anche Mongelli

L’Amministrazione comunale aderisce alla manifestazione di Monopoli che si terrà il 21 gennaio contro le trivellazioni nel Basso Adriatico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

mongelli_2_originalL’Amministrazione comunale di Foggia aderisce all’iniziativa ‘La Puglia scende in piazza’ organizzata dall’Amministrazione comunale di Monopoli e dalla Regione Puglia per protestare contro l’avvio delle attività di ricerca di petrolio nel Basso Adriatico. Il prossimo 21 gennaio, quindi, una delegazione ufficiale del Comune parteciperà alla manifestazione organizzata nella cittadina del barese.

Accogliendo l’appello del sindaco di Monopoli, “nell’Assise del 16 discuteremo l’ordine del giorno già approvato da decine di Comuni pugliesi – afferma il presidente del Consiglio comunale, Raffaele Piemontese – con cui chiediamo alla Regione di sollecitare il Governo affinché siano bloccate tutte le autorizzazioni rilasciate per prospezioni e indagini geosismiche, sia adottato il divieto assoluto all’estrazione di petrolio in Adriatico e sia promossa in sede europea una normativa più restrittiva dell’attuale sulla distanza delle piattaforme dalla costa”.

La manifestazione di Monopoli segue quelle organizzate alle Isole Tremiti e a Termoli a cui il Comune di Foggia ha sempre partecipato con l’obiettivo di sostenere una sacrosanta battaglia a difesa dell’ambiente e di un modello di sviluppo alternativo a quello proposto dalle multinazionali del petrolio – aggiunge il sindaco, Gianni Mongelli E’ inimmaginabile che sia messa a rischio la sopravvivenza di sistemi ecologici ed economici, salvaguardati e costruiti con l’investimento di ingenti risorse finanziarie, e con essa le prospettive di benessere di intere comunità. A differenza di quanto accaduto in passato – conclude Mongelli – il nostro auspicio è che il Governo tenga conto della volontà delle comunità che vivono sulle sponde dell’Adriatico e abbia rispetto per le nostre più che legittime istanze”.

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento