Trivellazioni Tremiti, sindaco Fentini: “Non ci arrenderemo al potere”

"Da oltre 20 anni il Comune di Isole Tremiti si batte per valorizzare l'area protetta marina, proponendosi come suo naturale gestore istituzionale”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il grido d'allarme lanciato dagli enti locali che si erano espressi negativamente è rimasto totalmente inascoltato ed è questa l'ennesima prova della preoccupante disattenzione del potere centrale verso il territorio, spogliato di qualsiasi valore che non sia permeato di squallida mercificazione".

Lo afferma in una nota il sindaco delle Isole Tremiti Antonio Fentini dopo aver appreso che nei giorni scorsi il ministro dell'Ambiente ha autorizzato le prospezioni richieste dall'azienda Petroceltic al largo delle Isole Tremiti.

"Da oltre 20 anni il Comune di Isole Tremiti - afferma il sindaco - si batte per valorizzare l'area protetta marina, proponendosi come suo naturale gestore istituzionale, ma nulla ottiene dal ministero dell'Ambiente, incapace di leggere dietro tale richiesta il tentativo di offrire alla riserva condizioni di fruibilità sostenibile".

"Le Isole Tremiti - annuncia il sindaco - non si arrendono al potere che decide senza ascoltare; esse saranno capaci di gridare al 'sordo' e di rilanciare, con più veemenza e coraggio, insieme a tutte le altre istituzioni, la battaglia contro il protervo potere di chi ha deciso di cancellarle per sostituirle con un arcipelago di piattaforme petrolifere".



 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento