Sciagura contro il centrodestra: "Basta scuse: lavorate per il bene della città"

La replica del Consigliere: "Basta additare i governi precedenti, per coprire le problematiche che stanno caratterizzando il percorso amministrativo"

Marcello Sciagura

“Quando la maggioranza vuole dare una giustificazione ad una propria mancanza o difficoltà , adducendo alla minoranza l’utilizzo della nobile arte della retorica a fini strumentali, vuole dire che non si hanno più spiegazioni per giustificare quello che non è giustificabile”.

Il Consigliere comunale Marcello Sciagura proprio non ci sta. E per le rime risponde al centrodestra del Comune di Foggia. “La verità sacro santa è che mercoledì mattina la maggioranza è andata sotto, in quello che è una funzione democratica di qualunque amministrazione e cioè il voto in aula. Il voto sull’inversione degli accapo è stato solo l’atto, non atteso, che ha creato il notevole imbarazzo in cui la maggioranza si è trovata nel momento dell’inversione degli accapo. L’anticipazione di quelle discussioni non era cosa voluta e gradita e non doveva essere affrontata nella seduta di mercoledì, questa è la realtà”.

TRIBUTI, LANDELLA: "CI VUOLE UN ESORCISTA"

Per Sciagura, la commissione di indagine sulla debitoria fuori bilancio è composta da cinque componenti di maggioranza e cinque di minoranza. “Lo stesso vice presidente con il quale lavoro in accordo, sa bene che il 16 febbraio ho fatto richiesta, con lettera protocollata, alla Presidenza del Consiglio affinché questa commissione potesse avere un luogo dove potersi riunire. Da quel 16 febbraio non ho avuto alcuna comunicazione, con lo stesso vice presidente, il consigliere Lucio Ventura, ci siamo sentiti più volte e il 18 marzo abbiamo preso accordi per convocare la commissione, anche in mancanza di una sede, per la settimana successiva alla Pasqua”.

“Puntualmente ho convocato la commissione per venerdì mattina 1° aprile, dando una prima comunicazione verbale mercoledì mattina ed una più formale convocazione tramite Pec a tutti i componenti la commissione mercoledì nel pomeriggio. Questo è il motivo per cui fino a mercoledì tale commissione ha fatto solo la seduta di insediamento e di organizzazione esecutiva. Per chiarire ulteriormente, tra le funzioni di questa commissione - continua Sciagura - sicuramente non c’è quella di poter confutare ed invertire quella che è una sentenza giuridica già acclarata e divenuta esecutiva, peraltro già passata in commissione bilancio ed approvata da alcuni di quegli stessi consiglieri di maggioranza che ieri in maniera molto più accorta volevano analizzare ed approfondire gli atti di quella debitoria”.

“Semmai si fossero volute ricercare ed accertare le responsabilità queste le avremmo potute sempre valutate e gli stessi atti e valutazioni segnalarli alla Corte dei Conti. Pertanto se la maggioranza avesse voluto votare quella debitoria, essendo maggioranza, la avrebbe potuta votare ed approvare o meno. Probabilmente non aveva intenzione di farlo e non si è presentata in aula. Da parte mia o della minoranza non c’è mai stata nessuna volontà di esautorare la Commissione che presiedo né tanto meno di celare chissà quali oscure responsabilità della stagione di governo del centrosinistra, tutto ciò non è nel mio costume nella mia morale per l’espletamento del compito assegnatomi. Questa maggioranza lavori per cambiare migliorando questa città e la smetta di cercare scuse, nei governi e condotte politiche precedenti, al fine di coprire le problematiche e le inefficienze che ne stanno caratterizzando il suo percorso amministrativo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento