rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Politica

Da Foggia a Melfi su “autobus sovraffollati”: lavoratori costretti a viaggiare in piedi

Alle assunzioni operate dallo stabilimento Fiat, per Nino Santarella "non è corrisposto alcun incremento del relativo servizio"

A portare all’attenzione dell’opinione pubblica i disagi dei lavoratori della Fiat di Melfi provenienti dalla provincia di Foggia – “di autobus di linea sovraffollati e tariffe degli abbonamenti sproporzionate rispetto a quelle applicate, per analoghi chilometraggi, nelle altre regioni” - ci pensa Nino Santarella: “Le recenti assunzioni operate dallo stabilimento lucano hanno infatti sensibilmente ampliato il bacino d’utenza del trasporto pubblico cui, però, non è corrisposto alcun incremento del relativo servizio: il sovraffollamento degli autobus ed il connesso venir meno delle basilari condizioni di sicurezza sono le conseguenze di questo impasse, cui auspico che la Regione possa tempestivamente porre rimedio, autorizzando quanto prima le aziende di trasporto pubblico interessate a procedere all’attivazione di ulteriori corse per riequilibrare l’offerta alla maggiore domanda, secondo i dovuti parametri di sicurezza e comfort per gli utenti lavoratori. Assolutamente da rivedere anche le tariffe degli abbonamenti, più alte, a parità di tratta, rispetto a quelle imposte in altre regioni dalle aziende di trasporto pubblico. Auspico che la Regione, cui fanno capo le aziende aderenti al Co.Tra.P, si attivi al più presto per risolvere questi problemi.

Situazione di disagio si verificherebbero spesso, come quanto accaduto durante il servizio notturno tra il 9 e il 10 marzo, dove una ventina di operai - costretti a viaggiare in piedi o a terra – si sono ribellati chiedendo l’arrivo del terzo mezzo della Sita. Una protesta pacifica che si è protratta per più di trenta minuti.

Intanto, è dell'ultim'ora la notizia che nei prossimi giorni la Regione convocherà un tavolo con tutte le aziende di trasporto pubblico che garantiscono il collegamento dalla Puglia alla sede della FIAT di San Nicola di Melfi, per verificare la possibilità di incrementare le corse, anche attraverso un’eventuale razionalizzazione. comunicarlo è il presidente della prima commissione bilancio del Consiglio regionale, Pino Lonigro: “Questa mattina ho accompagnato dall’assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini, una delegazione formata da rappresentanti sindacali e dirigenti del personale della Fca di Melfi, per affrontare il problema del trasporto dei lavoratori che dalla Puglia si recano alla sede lucana della FIAT. Dopo le nuove assunzioni e con l’aumento dei turni lavorativi, c’è infatti la necessità di rafforzare i collegamenti, prevedendo un aumento delle corse. L’assessore ha garantito il suo impegno per cercare di risolvere il problema, pur davanti alle ridotte possibilità economiche attuali e in considerazione degli ulteriori tagli che il governo nazionale intende attuare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Foggia a Melfi su “autobus sovraffollati”: lavoratori costretti a viaggiare in piedi

FoggiaToday è in caricamento