Spostamento uffici comunali, Splendido: "Rinascita di Foggia, la vera priorità"

Stempera le polemiche il capogruppo di Destinazione Comune. "Riorganizzazione logistica era stata annunciata durante la campagna elettorale. Non è uno scandalo individuare un'altra sede per le commissioni e gruppi consiliari"

Joseph Splendido

“Definire deportazione un semplice trasferimento di uffici mi sembra eccessivo e fuori luogo. Montare una polemica da toni così forti intorno alla riorganizzazione logistica crea confusione, e credo distragga l’attenzione dai problemi e dalle questioni vere di cui il consiglio comunale deve occuparsi”. È la replica di Joseph Splendido, presidente del gruppo consiliare di DestinAzione comune a Palazzo di Città, all’interpellanza presentata dai consiglieri Bruno Longo e Domenico Verile.

La riorganizzazione logistica degli uffici comunali, in cui rientra il trasferimento delle sedi dei gruppi e delle commissioni consiliari, è un provvedimento che la coalizione di centrodestra aveva ampiamente annunciato durante la campagna elettorale – afferma Splendido –. Allora promettemmo ai cittadini una migliore dislocazione degli uffici, in modo da rendere più efficaci i servizi erogati ai cittadini. Ne parlammo con specifico riferimento al disbrigo delle pratiche nel campo delle attività produttive, per le quali oggi cittadini ed imprese devono districarsi in un ping-pong tra Palazzo di Città e via Gramsci. Forse quell’impegno è stato troppo frettolosamente archiviato nella baraonda politica legata alla formazione della giunta”.

Secondo il capogruppo di DestinAzione comune, “è di tutta evidenza che i gruppi consiliari e le commissioni consiliari devono poter operare in una condizione logistica di dignità, avendo a disposizione locali e mezzi idonei alla funzione che sono chiamati a svolgere. Occorre pertanto che nuova sede sia pronta nel più breve tempo possibile, fermo restando che le commissioni consiliari possono insediarsi anche nell’aula consiliare”.

“Sono però ugualmente convinto che sia tutt’altro che uno scandalo individuare un’altra sede per commissioni e gruppi consiliari, come ha immaginato l’amministrazione comunale – precisa il capogruppo –. Nel passato, se non erro proprio nella stagione di governo in cui i consiglieri Longo e Verile ricoprivano l’incarico di assessori, le commissioni erano collocate fuori da Palazzo di Città, esattamente come accadrà tra qualche settimana, senza che questo provocasse polemiche e diatribe. Allora, se vogliamo, erano collocate in una sede ancor più distante da Palazzo di Città di quanto non lo sia quella individuata dalla nuova amministrazione, che è a due passi dal palazzo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Penso che la nostra unica e sola preoccupazione, in questa fase di difficoltà della città, debba essere quella di impegnarci al massimo per affrontare le emergenze ed offrire le soluzioni ai problemi con i quali ci confrontiamo. Non quella di evocare in modo quasi grottesco deportazioni che non esistono ed avviare polemiche che rischiano di farci perdere di vista l’obiettivo più importante: far rinascere Foggia – conclude Splendido –. Il nostro dovere è svolgere il mandato che i cittadini ci hanno affidato con senso di responsabilità e sacrificio, non dar vita a diatribe sulla sede che ci sarà assegnata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento