Da Lampedusa a Borgo Mezzanone, cinquanta profughi trasferiti al C.A.R.A.

Si tratta di famiglie con bambini piccoli, quasi tutti eritrei e siriani. Carmela Aponte: “Non sono previsti altri arrivi a breve”

Immigrazione

Sono una cinquantina i profughi che da Lampedusa sono stati trasferiti al C.A.R.A. di Borgo Mezzanone, il Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo politico: si tratta di famiglie con bambini piccoli, soprattutto eritrei e siriani che fuggono dai loro paesi d'origine nella speranza di poter essere accolti in Italia o in altri paesi europei.

All’Ansa il viceprefetto Carmela Aponte ha dichiarato che “non sono previsti altri arrivi a breve. Appena si libereranno dei posti al C.A.R.A. invieranno qui da noi un certo numero di profughi che andrà a rimpiazzare quelli che sono, nel frattempo, andati via''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Quelli giunti a Foggia ieri - ha chiarito - non fanno parte delle persone coinvolte nel naufragio dei giorni scorsi, ma si trovavano già Lampedusa da qualche tempo”. Oltre che a Foggia, sono stati sistemati nel C.A.R.A. di Bari e in quello di Crotone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento