Traditori PD, i GD sbottano: “Pensione ai ‘gattopardi’, necessaria operazione di pulizia”

Da Rauseo a i Giovani Democratici di Capitanata, nel Partito Democratico è partita la caccia ai traditori che avrebbero votato Landella

I Giovani Democratici

Se per Mariano Rauseo – considerate le “defezioni importanti e ingiustificabili” che il centrosinistra ha fatto registrare nel capoluogo dauno in merito alle elezioni provinciali - da oggi si apre una fase delicata al fine di comprendere dove si annida il vulnus e perché, per i Giovani di Capitanata la competizione “racconta una differente visione del Pd e dello stare insieme in una stessa comunità politica”.

Giovani Democratici che ai dirigenti del Partito Democratico chiedono la testa de “gattopardi” e un’operazione di pulizia: “Rinunciare a qualche “signore delle preferenze” non significhi necessariamente perdere consensi ma, al contrario, raccoglierne di maggiori”

I GD DI CAPITANATA. Lo scrutinio delle schede della città di Foggia, ad esempio, mette a nudo in maniera lapalissiana “pratiche oscure” tra consiglieri del Pd e la maggioranza di centrodestra. Non si spiegherebbero altrimenti i voti in meno a Francesco Miglio e i voti in più incassati dalla lista del Pd: un fenomeno che senza infingimenti possiamo definire uno “scambio” bello e buono.

Gli autori di questa deprecabile condotta hanno rischiato di far mancare la vittoria al centrosinistra pur di “regolare” conti interni, “assicurare” qualche scranno a Palazzo Dogana ai propri sodali e di “ipotecare” appoggi in vista della corsa al Consiglio regionale della prossima primavera. Noi ce ne ricorderemo e, insieme a noi, lo faranno tantissimi militanti e dirigenti locali che ogni giorno sul territorio tengono alto il nome del Pd.

Ai dirigenti provinciali del nostro Partito chiediamo di tenerlo a mente quando andranno a comporre le liste per i prossimi appuntamenti elettorali: per questi “gattopardi” l’unica lista disponibile dovrà essere quella del pensionamento (in alcuni casi anticipato)!  Un’operazione “pulizia” nel nostro Partito è necessaria. Oggi più di ieri. Siamo sempre più convinti, infatti, che rinunciare a qualche “signore delle preferenze” non significhi necessariamente perdere consensi ma, al contrario, raccoglierne di maggiori.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento