Il Tar respinge il ricorso di Grilli, Verile e De Rosa: Landella poteva rimuoverli

I tre chiedevano l’annullamento del decreto di revoca degli incarichi assessorili e quelli della nomina dei loro 'sostituti'. Per il Tar, però, "l’esercizio del sindaco è giustificato da ragioni di opportunità politico-amministrative"

Immagine di repertorio

Il Tar di Puglia ha respinto il ricorso presentato dagli ex assessori Gianni De Rosa, Domenico Verile e Gabriella Grilli, in riferimento al provvedimento di revoca assessorile assunto dal sindaco di Foggia, Franco Landella, nei loro confronti.

I tre chiedevano l’annullamento del decreto, a firma del sindaco Landella, avente ad oggetto la revoca degli assessori Giovanni De Rosa, Domenico Verile e Gabriella Grilli e di tutti gli atti connessi, sia presupposti che consequenziali, tra cui anche la nomina di Sergio Cangelli, Claudia Lioia e Antonio Bove ad assessori comunali e la rimodulazione delle deleghe assessorili.

LEGGI: GIRO DI VALZER IN COMUNE, FUORI GRILLI CON DE ROSA E VERILE 

I giudici della Terza Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia hanno però rigettato l’istanza. Questo perché “l’esercizio da parte del Sindaco è giustificato da ragioni di opportunità politico-amministrative, con la conseguenza che il venir meno del rapporto fiduciario è valutazione rimessa in via esclusiva al vertice dell’ente, restando estranei alla fattispecie profili riguardanti le capacità tecniche dell’Assessore revocato e l’addebito di specifici fatti e comportamenti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, si legge ancora nell’ordinanza del Tar: “le scelte altamente discrezionali del vertice istituzionale sono sottoposte unicamente alla valutazione dell’organo consiliare di controllo, che può manifestare opposizione a tali scelte, tramite una mozione di sfiducia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento