Politica

Ospedale Manfredonia, Gatta: “No alla mutilazione e allo smantellamento”

Siamo pronti a riprendere nei termini più eclatanti l’iniziativa ove non ottenessimo quantomeno la sospensione immediata dei devastanti tagli in atto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Prosegue la battaglia del consigliere regionale del Pdl, Giandiego Gatta, affinché l’ospedale del Golfo non venga “smantellato e mutilato”.

Dopo l’ennesima fuga dell’Assessore Fiore pur in presenza di un ordine del giorno di sua competenza all’esame del Consiglio, ho dovuto sostenere un’accesa discussione ed abbandonare l’aula, per ottenere che il Governo regionale, nella persona dell’Assessore Pelillo, assumesse con il Sindaco di Manfredonia, il Collega Ognissanti ed il sottoscritto, l’impegno di convocare ad horas una riunione con i dirigenti di Area che affronti il caso gravissimo dello smantellamento in atto dell’Ospedale di Manfredonia, per di più mentre lo stesso serve una popolazione estiva di oltre 200 mila abitanti. 

Valuteremo in tale incontro le reali volontà del governo su un nosocomio sempre più vitale per un territorio vasto e difficile, le cui mutilazioni non possono non comportare, come documentato all’unanimità dal Consiglio Comunale sipontino, lesioni gravissime al diritto costituzionale alla Salute delle nostre popolazioni.

Pronti a riprendere nei termini più eclatanti l’iniziativa ove non ottenessimo quantomeno la sospensione immediata dei devastanti tagli in atto”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Manfredonia, Gatta: “No alla mutilazione e allo smantellamento”

FoggiaToday è in caricamento