Bilancio Consuntivo, Lombardi assicura: "Il disavanzo non sarà origine di problemi"

Intanto, dal Comune hanno provveduto a stralciare quelle poste considerate “di dubbia esigibilità”, per complessivi 11 milioni di euro, dei quali 8 legati alla procedura di cartolarizzazione, 3 alle “alienazioni” dei beni comunali

Immagine di repertorio

La Giunta comunale ha approvato questa mattina la proposta di delibera per il Consiglio comunale relativa al rendiconto di gestione 2013. Un passaggio necessario da un lato per rispettare i tempi imposti dal Prefetto – che ha inviato una formale diffida al Comune di Foggia per l’approvazione del bilancio consuntivo – e dall’altro per apportare modifiche al documento contabile.

In particolare, gli uffici finanziari del Comune hanno provveduto a stralciare dal bilancio quelle poste considerate “di dubbia esigibilità”, per un ammontare complessivo di circa 11 milioni di euro, dei quali 8 milioni legati alla procedura di cartolarizzazione e 3 milioni relativi alle cosiddette “alienazioni” dei beni comunali.

“Voglio esprimere un ringraziamento al Settore Finanziario dell’Ente, che ancora una volta ha dimostrato competenza e senso di responsabilità nell’affrontare la delicatissima vicenda inerente i conti comunali – commenta il sindaco, Franco Landella –. Questo lavoro si pone dunque a tutela dell’adesione del Comune al “Decreto Salva Enti”. Adesso spetta al Consiglio comunale esprimersi rapidamente sulla bozza che la Giunta ha licenziato, chiudendo questa fase così come ci è stato sollecitato dal Prefetto Latella”.

“Abbiamo tenuto conto delle osservazioni e delle indicazioni formulate dalla Corte dei Conti, che ci aveva invitato a perseguire gli obiettivi di “veridicità e trasparenza” con riferimento al rendiconto di gestione. Alcune delle procedure messe in campo dalle precedenti amministrazioni, dalla cartolarizzazione al piano delle alienazioni, con tutta evidenza non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati in termini di entrate per il Comune”,  spiega l’assessore comunale al Bilancio, Sergio Lombardi.

“Il disavanzo emerso dal bilancio consuntivo, tuttavia, non sarà origine di particolari problemi, essendo coperto per l’annualità 2014 dal fondo di svalutazione crediti, accantonato per un ammontare di 8 milioni di euro. La restante parte del disavanzo, invece, sarà assorbita nell’annualità 2015 dal piano di riequilibrio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento