menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sp 52 (Ph. Google)

Sp 52 (Ph. Google)

Strade colabrodo, anche il sindaco di Vico attacca Gatta: "Il Natale a Candela è lontano. Si occupi del Gargano"

Alle rimostranze del sindaco di Vieste Nobiletti, si aggiungono quelle di Michele Sementino: "Buche, manto logoro e segnaletica andata: è così che si fanno turismo e sicurezza? È ora che la Provincia di Foggia mostri una visione d’insieme dello sviluppo"

Non solo Vieste. Altri comuni del Gargano chiamano in causa la Provincia, per evidenziare lo stato precario delle strade. Dalle buche al manto stradale logoro passando per la segnaletica, problematiche che oltre a minare la sicurezza di chi percorre quelle strade, rappresenterebbero una zavorra per il turismo.

“Se Nicola Gatta, per far riparare le provinciali del Gargano, ci mettesse lo stesso impegno profuso per il Natale di Candela, a quest’ora le strade di questo territorio non sarebbero nelle condizioni pietose in cui si trovano”. Alle denunce di Nobiletti si aggiungono anche quelle del sindaco di Vico del Gargano Michele Sementino. “Si fa un gran parlare della sicurezza di cittadini e automobilisti, così come del turismo e della necessità di ripartire, ma per una viabilità provinciale adeguata a quegli obiettivi servono programmazione e azioni concrete, manutenzione ordinaria e straordinaria, cose che da quando Nicola Gatta è presidente della Provincia di Foggia qui sul Gargano tardano a palesarsi”.

Il sindaco poi aggiunge: “Il tratto della strada provinciale che collega Vico del Gargano alla Foresta Umbra presenta più di un pericolo per gli automobilisti, tra buche, manto stradale logorato e segnaletica deficitaria”, ha spiegato il sindaco di Vico del Gargano. “Stessa situazione anche per la provinciale che collega Rodi Garganico a San Menaio, altra strada con un intenso volume di traffico soprattutto d’estate. Ecco, l’estate è ormai arrivata, ai turisti cosa raccontiamo? Cosa diciamo ad albergatori e gestori di lidi e locali del Gargano? Già dovranno ricominciare in salita, almeno le strade provinciali è d’obbligo fargliele trovare risistemate e sicure. O no? Caro presidente”, rincara Sementino rivolgendosi direttamente a Nicola Gatta, “sarebbe ora che ti concentrassi su una visione d’insieme della Capitanata, un’area molto vasta che unisce più territori chiamati a strategie di sviluppo utili a rilanciare un’intera provincia. I cittadini che vivono nel Gargano e i turisti che arriveranno hanno diritto a utilizzare strade sicure, dove se serve si proceda alla bitumazione dei tratti di manto stradale ormai consunti, si ponga mano alla pulizia degli argini, si mettano in sicurezza almeno i tratti dissestati”, ha aggiunto Sementino.

“Se Nicola Gatta avesse timore di non conoscere abbastanza bene le strade provinciali del Gargano, mi offro volontario per fargli da guida: ti accompagno io, Presidente, facciamo un viaggio insieme sulla malridotta viabilità garganica. Facciamolo presto - conclude il primo cittadino - perché, non so se te ne sei accorto, ma è arrivato il momento di muoversi, l’estate sta arrivando”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento