Fratelli d'Italia a tutela degli agricoltori foggiani, Stefanetti: "Portiamo le loro istanze in Parlamento"

I ritardi della Regione Puglia nel PSR che sta creando numerosi disagi ai tanti agricoltori di San Severo il tema discusso inel comitato elettorale del candidato Sindaco alle primarie del 31 marzo

Legalità e Sicurezza nel settore primario. Ma anche i ritardi della Regione Puglia nel PSR che sta creando numerosi disagi ai tanti agricoltori di San Severo. Sono stati questi i temi discussi ieri sera nel comitato elettorale di Francesco Stefanetticandidato Sindaco di Fratelli d’Italia alle primarie del centrodestra in programma il prossimo 31 marzo in città. Una discussione sviluppata grazie alla presenza del sen. Patrizio Giacomo La Pietra, componente della Commissione Agricoltura del Senato, del segretario provinciale, Giandonato La Salandra, e di Giuseppe Solimando, responsabile provinciale UGL coltivatori. L'incontro è stato introdotto da Roberta Fiano, dirigente cittadina di Fratelli d’Italia.

“L’incontro di ieri con il senatore La Pietra, tra l’altro originario di San Severo, - spiega Stefanetti - ha affrontato tematiche molto importanti per la comunità sanseverese che spesso vengono lasciate in secondo piano. Il settore agricolo è il motore trainante dell’economia cittadina, ma deve fare i conti con gli innumerevoli furti di mezzi e prodotti, le estorsioni ed i relativi danneggiamenti che non di rado si verificano a danno degli agricoltori. Come se non bastasse, devono anche sopportare i ritardi della Regione Puglia nel PSR, con il rischio che i fondi possano andare persi a causa di un bando scritto male e di cui i conseguenti ricorsi al TAR potrebbero pregiudicarne l’attuazione. Numerosi agricoltori - sottolinea il candidato sindaco di Fratelli d’Italia - hanno investito somme rilevanti che potrebbero andare perse se da Bari non riusciranno ad attuare il Piano di Sviluppo Rurale”.

Fratelli d’Italia, proprio attraverso una proposta coadiuvata dal senatore La Pietra nella Commissione Agricoltura del Senato, ha proposto la realizzazione di un marchio che possa non solo identificare i prodotti italiani ma certificare una filiera interamente made in Italy, relativa anche alle materie prime, per valorizzare l’agricoltura nostrana sempre più ‘minacciata’ dai prodotti esteri e dal fenomeno della contraffazione.

"Far sentire la nostra voce rispetto all’asse franco-tedesco che ha egemonizzato l’agenda politica europea è un impegno che Fratelli d'Italia assume con i cittadini italiani e sanseveresi in vista anche delle prossime elezioni europee".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento