Sprechi commissioni, La Torre: "A quella al Bilancio non può essere rimproverato nulla"

Il presidente Paolo La Torre: "Alla Commissione consiliare Bilancio nulla può essere rimproverato. Né sul piano dell’impegno individuale dei suoi componenti, né sotto il profilo della produzione di atti”

Il presidente della commissione Bilancio

Il presidente della commissione 'Bilancio', Paolo La Torre

“Ho letto con attenzione l’articolo dedicato da Foggiatoday al lavoro delle Commissioni consiliari del Comune di Foggia. Non voglio in alcun modo contestare il diritto di cronaca e di critica della stampa, principio cardine della nostra democrazia. Ritengo tuttavia che in questo racconto giornalistico vi sia una eccessiva generalizzazione. Ogni situazione andrebbe analizzata e valutata per ciò che è in realtà. La Commissione Bilancio, che ho l’onore e l’onere di presiedere, sin dall’inizio di questa consiliatura si è sempre distinta per una mole di lavoro considerevole e per una estrema serietà nell’affrontare questioni cruciali per il futuro del Comune e, dunque, della città. Ne si può avere prova leggendo gli innumerevoli pareri espressi dall’organismo consiliare sulle centinaia di proposte di deliberazione passate al nostro vaglio. E non può sfuggire come proprio alla Commissione Bilancio, in ragione della drammatica condizione finanziaria che ci è stata consegnata in eredità al momento del nostro insediamento, sia affidato un compito gravoso, che non permette alcuna leggerezza né distrazione.

La portata del lavoro che siamo chiamati a svolgere ogni giorno nell’interesse della nostra comunità è così vasta che la Commissione Bilancio è stata costretta, in più di un’occasione, a suddividere e frazionare in scaglioni gli atti giunti alla sua attenzione, altrimenti sarebbe letteralmente impossibile esaminarli tutti in modo puntuale ed analitico. Se ne potrà avere contezza sfogliando i resoconti delle nostre sedute, alle quali più volte hanno partecipato anche i dirigenti dei diversi Servizi dell’Amministrazione comunale.

La nostra preoccupazione, dunque, non è ‘prendere il gettone di presenza’. E mi si consentirà di considerare fuorviante questo tipo di generalizzazione, proprio in ragione degli elementi di riflessione forniti in precedenza. Andrebbe poi considerata, solo per amor di verità, anche quell’attività amministrativa e politica che spesso non emerge dai documenti. Faccio riferimento a quella che viene espletata in altre sedi: dalle procedure di accesso agli atti allo studio della documentazione attraverso cui si snoda l’attività amministrativa, senza dimenticare la fase di ascolto e di confronto con i cittadini, dei quali, non bisogna mai dimenticarlo, i consiglieri comunali sono i rappresentanti.

Per questi motivi mi sento di poter affermare, senza tema di smentita, che alla Commissione consiliare Bilancio nulla può essere rimproverato. Né sul piano dell’impegno individuale dei suoi componenti, che colgo l’occasione per ringraziare, né sotto il profilo della produzione di atti”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento