Ricorso elezioni, Stefanetti e Caposiena: “Miglio ci è costato più di 25mila euro"

Francesco Stefanetti e Rosa Caposiena, consiglieri di opposizione, denunciano incalzano il sindaco di San Severo e le risorse utilizzate “per un’autodifesa”

Francesco Stefanetti

Ammonterebbe a 25mila euro la spesa utilizzata dall’amministrazione Miglio per difendersi dal ricorso con il quale Marino e Mirando chiedevano l’annullamento delle elezioni comunali. Con delibera di giunta furono nominati due avvocati a supporto del legale dell’Ente, ai quali – sostengono i consiglieri comunali Francesco Stefanetti e Rosa Caposiena – va ad aggiungersi l’avvocato Lombardi nominato dalla maggioranza. In tutto quattro.

I consiglieri d’opposizione aggiungono: “Miglio dimenticava di dirci però che i 10mila euro, erano oltre IVA e CNAP, così come dimenticava di dire ai cittadini che quell’importo non rappresentava il totale della spesa ma il compenso da elargire ad ognuno dei legali. La difesa dell’amministrazione Miglio è costata oltre 25.000 euro ai cittadini sanseveresi, senza andare a considerare la quantificazione economica del lavoro svolto dall’avvocatura comunale e sottratto ad altre attività”.

E proseguono: “Siamo convinti che in un momento del genere, caratterizzato da un forte disagio sociale e da grande difficoltà economica, non possano essere impegnate queste risorse, provenienti dalle tasse e dal sudore dei cittadini, per un’autodifesa. Ci domandiamo anzitutto se l’etica amministrativa permetta e consenta di impegnare l’avvocatura comunale, quindi risorse, per questioni che non riguardano la cittadinanza tutta, ma specificatamente una parte in combutta con un’altra. Ci chiediamo se sia o meno legittimo affidare ad esterni la propria difesa legale e farlo a spese della comunità. Ci interroghiamo sulla necessità di nominarne addirittura più di uno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stefanetti e Caposiena concludono: “Rimaniamo allibiti da questi comportamenti che certamente non fanno riferimento alle buone pratiche amministrative di cui parlano e non rappresentano neanche lontanamente “la gestione diligente del buon padre di famiglia”. Sindaco, ti suggeriamo di fare mea culpa e chiedere scusa ai cittadini, così come avresti dovuto fare in passato per lo “scopiazzamento”, che ha portato San Severo alla ribalta delle cronache nazionali con ‘Provoloscar’”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento