Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

“Chi non appoggia Landella è fuori da Forza Italia e dalla coalizione”

Il senatore Lucio Tarquinio: “E’ unico e solo candidato presidente di Forza Italia e del centrodestra alla Provincia di Foggia. Non esistono due centrodestra”

“Forza Italia ed il centrodestra hanno un solo candidato alla presidenza della Provincia: il sindaco di Foggia Franco Landella. Non ci sono doppie opzioni né sono presenti altre candidature nella nostra area politica”. È il commento del senatore Lucio Tarquinio, coordinatore provinciale di Forza Italia, alla formalizzazione delle candidature alla presidenza dell’Ente di Palazzo Dogana in vista delle elezioni di ‘secondo livello’ in programma il prossimo 12 ottobre.

“Questa tornata elettorale, sia pure dentro la logica della nascita di un Ente ‘intermedio’, vede confrontarsi due proposte distinte e diverse. Da un lato quella del centrosinistra, rappresentata dal sindaco di San Severo, Francesco Miglio, con buona pace degli esperti di metamorfosi in servizio permanente effettivo e dei tentativi di mascherare in chiave civica quella che è ormai una vera e propria appartenenza politica.

Dall’altro quella del centrodestra, interpretata dal sindaco di Foggia, Franco Landella. In campo non ci sono ‘due centrodestra’, come qualcuno strumentalmente vorrebbe far credere. Chi non è a sostegno del primo cittadino del comune capoluogo è infatti fuori da Forza Italia e dalla nostra coalizione, e sarei curioso di conoscere i sottoscrittori della sua candidatura, perché ho notato che in troppi stanno praticando lo sport dell’equivoco politico nella speranza di ottenere qualche consenso.

A loro voglio ricordare che in queste elezioni hanno diritto di voto solo i sindaci ed i consiglieri comunali. Proprio quei sindaci e quei consiglieri comunali che ho ascoltato personalmente prima di indicare nel primo cittadino di Foggia il candidato presidente di Forza Italia. Nessuno dei nostri amministratori, con i quali ho discusso a lungo, ha mai proposto soluzioni diverse, tranne uno, che si è sistematicamente autoproposto. Nessuno di loro ha mai paventato la possibilità che a guidare la Provincia di Foggia potesse essere una figura esterna alle istituzioni”.

D’altro canto, basta leggere i nomi dei candidati alla carica di consigliere provinciale di Forza Italia per comprendere come gli amministratori del nostro partito, provenienti da tutte le aree geografiche della provincia,  alle quali abbiamo dato la giusta ed opportuna rappresentanza, siano schierati convintamente a sostegno di Franco Landella. Chi racconta una storia diversa compie evidentemente un atto strumentale che non rispecchia né l’andamento della fase di consultazione precedente la candidatura del sindaco di Foggia né tantomeno l’intesa che sul suo nome è stata raggiunta

Siamo dunque in campo in queste elezioni con le nostre idee, il nostro senso di appartenenza, la nostra visione della Capitanata ed i nostri progetti per il suo sviluppo. Non usiamo queste elezioni per misurare i rapporti di forza in vista delle prossime regionali né per celebrare una specie di pre-primarie. Non prometteremo finanziamenti e fondi ai sindaci del territorio, come qualcuno sta facendo in queste ore. Ai nostri amministratori e alla nostra comunità provinciale assicuriamo solo il nostro impegno nell’interesse collettivo, per far crescere la nostra meravigliosa Capitanata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Chi non appoggia Landella è fuori da Forza Italia e dalla coalizione”

FoggiaToday è in caricamento