Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

I preannunciati tagli che la Regione Puglia doveva effettuare al trasporto pubblico locale, a risposta della mannaia governativa, sono arrivati. A decorrere dal 1 ottobre sono stati soppressi tutti i treni regionali della linea Rocchetta-Gioia del Colle, e, per il momento metà di quelli che collegano la Barletta-Spinazzola" è quanto denuncia dal Partito dell'Italia dei Valori il responsabile del dipartimento tematico “trasporti e viabilità” Pasquale Nigro. ferrovie_2_original

"Ci si interroga come la Regione abbia scelto di sopprimere il servizio a solo queste popolazioni, nonostante le linee siano state attrezzate recentemente con nuove tecnologie che permettono di viaggiare in totale sicurezza e con risparmio anche di personale, alla guida un solo agente di macchina. Una situazione questa che si protrae già da qualche mese, con soppressioni di treni e sostituzioni con autobus. Ancora una volta ad essere colpiti saranno i pendolari, gli studenti, i lavoratori che per spostarsi dalle loro zone disagiate, di solito dall'entroterra collinare, per muoversi dovranno effettuare trasbordi, essere soggetti a ritardi ed essere esposti a rischi che il trasporto su gomma mette in preventivo" conclude il dipietrista Pasquale Nigro. 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento