I Socialisti: “La maggioranza non esiste più, Mongelli ne prenda atto”

“Abbiamo dichiarato di essere all’opposizione. Pertanto respingiamo con forza accuse di giocare politicamente per far mancare il numero legale”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

CONSIGLIO COMUNALE 16 APRILE, I SOCIALISTI: "Secondo la nostra opinione, populismo becero significa portare in aula il taglio delle commissioni circoscrizionali e mascherarlo come provvedimento sulla riduzione dei costi della politica. Il risparmio sarebbe esiguo e si infliggerebbe un ulteriore colpo al funzionamento di organi democraticamente eletti. Siamo pronti in ogni momento a discutere sul taglio delle consulenze. Abbiamo dichiarato di essere all’opposizione. Pertanto respingiamo con forza accuse di giocare politicamente per far mancare il numero legale.

Nonostante ciò, bisogna che il sindaco prenda atto che la Sua maggioranza non esiste più e tragga le dovute conseguenze. Anche durante la discussione della mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore Pellegrino, dai banchi della “maggioranza” sono piovuti strali, sintomo di ulteriore sfilacciamento. Probabilmente solo lo specifico punto all’ordine del giorno ha portato qualche consigliere di maggioranza a rimanere in aula."

                                                                          

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento