Rizzi attacca 'Sinistra Italiana': il caso ‘Foggia’ “si è risolto in una bolla di sapone”

Domenico Rizzi fa sapere che solo 7 su 439 avrebbero detto di non essere a conoscenza dell'iscrizione al partito. "I non allineati sono stati estromessi dal sistema di controllo delle tessere"

Domenico Rizzi

Domenico Rizzi - a alcuni consiglieri e assessori della Regione Puglia - non hanno preso parte alla tre giorni del congresso di Sinistra Italiana in programma da venerdì 17 a domenica 19, “perché siamo sempre più convinti che ciò che si è discusso nella manifestazione di “SI Apre” domenica 12 febbraio a Roma, sia l’espressione di una sinistra aperta, popolare, che sappia coinvolgere e voglia prendersi la responsabilità di governare e che possa rappresentare un progetto politico in grado di parlare a un’area ben più vasta”.

Per l’ex segretario provinciale di SEL, “la cosa più aberrante, ciò che ci ha letteralmente disgustati, è stato scoprire dal verbale della Commissione del congresso che tutto il ‘caso’ tesseramento a Foggia e provincia si è risolto in una bolla di sapone. Solo 7 su 439 avrebbero detto di non essere a conoscenza dell’iscrizione a Sinistra Italiana. Ripetiamo: è ciò che ha sottoscritto la commissione di garanzia del congresso. Che poi di ‘garanzia’ non è anche per la sua composizione. Quindi un congresso fasullo, truccato, dove i non allineati sono stati estromessi dal sistema di controllo delle tessere. Un vero e proprio colpo di stato”

Per Domenico Rizzi si sarebbe impedita la partecipazione “concentrando nei capoluoghi di provincia i congressi stessi, non rispettando il regolamento ed i principi più elementari di partecipazione e coinvolgimento”.

Quindi, aggiunge, “l’apice di questa manovra autoritaria si è avuta colpendo in primo luogo Foggia e annullando il suo congresso provinciale. Si è proseguito poi concentrando ad esempio su Roma il congresso regionale, impedendo non solo la partecipazione degli oltre 500 iscritti di Civitavecchia ma anche di tutti quelli del resto della regione Lazio. E potremmo citare tanti altri esempi in tutta Italia di situazioni analoghe. Mentre si è agevolata certamente la Toscana dove si è consentito di svolgere più congressi territoriali. Quindi prendiamo atto di un partito che nasce sulla base di esigenze familistiche e padronali”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento