Politica

Si è dimesso il sindaco di San Nicandro Garganico

Costantino Ciavarella getta la spugna davanti a "una maggioranza litigiosa che crea contrasti e divisioni". Non ci sono le condizioni politiche per andare avanti. A breve incontrerà tutte le componenti dei gruppi consiliari

Costantino Ciavarella

Il sindaco di San Nicandro Garganico Costantino Ciavarella ha rassegnato le dimissioni. In una lettera aperta ai suoi concittadini ha motivato la sua decisione: "Sento la responsabilità, come primo cittadino, di contrastare l’azione politico amministrativa di una maggioranza litigiosa che crea contrasti e divisioni ed annulla ogni mio possibile sforzo per il raggiungimento di unità e coesione. Nonostante tutte le rassicurazioni e le intese di volta in volta raggiunte con i gruppi consiliari di maggioranza, gli ultimi avvenimenti mi costringono a prendere atto dell’assenza delle condizioni politiche per continuare a svolgere con equilibrio e serenità il mio compito che, viceversa, avrebbe richiesto il massimo impegno da parte di tutti a difesa degli interessi dell’intera comunità sannicandrese".

Il sindaco, eletto due anni fa ed espressione di una coalizione di centrodestra composta da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Udc, prende atto delle difficoltà superate in più occasioni, ma getta la spugna davanti alle contrapposizioni interne. Si rende conto anche della fase critica che sta vivendo la cittadinanza per l'emergenza Coronavirus, ma è proprio in questo periodo che si è rafforzato in lui il principio secondo cui "solo unendo le forze si riesce a superare con rapidità le difficoltà del momento. Oggi più di ieri - ha scritto - bisogna far emergere il valore della umiltà e servizio, essenza comportamentale di chi riveste un ruolo di funzione amministrativa, venuti meno alla luce degli ultimi episodi amministrativi".

Lascia, impossibilitato ad esercitare il suo ruolo nel clima instaurato: "I personalismi all’interno della compagine non mi consentono di continuare a guidare i processi amministrativi e quindi di portare avanti agevolmente il programma sul quale ho ottenuto il consenso della città". A breve, fa sapere, incontrerà "tutte le componenti dei gruppi consiliari fiducioso che ora piu? che mai e? il momento in cui il comportamento responsabile di ciascuno di noi puo? fare la differenza".

Da queste parole emerge che esperirà, con tutta probabilità, il tentativo di costruire una nuova maggioranza in venti giorni di tempo, termine di legge oltre il quale le dimissioni diventano efficaci e irrevocabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si è dimesso il sindaco di San Nicandro Garganico

FoggiaToday è in caricamento