Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica Vieste

Vieste, sindaco sfiduciato da consiglieri di Forza Italia. Di Mauro: “Decisione non è del partito”

Le precisazioni del commissario cittadino e coordinatore provinciale di Forza Italia, Raffaele di Mauro: “A Vieste sono state prese decisioni personali non riconducibili al partito”

Raffaele Di Mauro si tira fuori dalle polemiche in corso a Vieste, dove ieri mattina nove consiglieri comunali – tra cui i forzisti Francesco Notarangelo e Raffaele Zaffarano – hanno rassegnato le dimissioni provocando lo scioglimento anticipato del Consiglio comunale e la fine del doppio mandato del sindaco Ersilia Nobile, esponente di Forza Italia.

Il commissario cittadino e coordinatore provinciale precisa: “Nessuna decisione di partito nella sfiducia al sindaco di Vieste, Ersilia Nobile. La decisione dei consiglieri comunali di Forza Italia è del tutto personale e per nulla riconducibile ad una posizione del partito né a Vieste né a livello provinciale”

Raffaele Di Mauro aggiunge: “Pur non entrando nelle vicende amministrative del Comune di Vieste, registriamo questa decisione dei nostri consiglieri che non ha alcuna connotazione partitica”.

Conclude il coordinatore provinciale di FI: “Di porre termine all'Amministrazione Nobile, con meno di un mese di anticipo, non si  è mai discusso nelle sedi opportune e con i vertici o con i dirigenti del partito. Da par nostro cercheremo di tutelare il simbolo di Forza Italia alla luce della spaccatura in atto a Vieste. In questi mesi purtroppo si è generato uno strappo  dovuto più a posizioni personali che politiche”.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vieste, sindaco sfiduciato da consiglieri di Forza Italia. Di Mauro: “Decisione non è del partito”

FoggiaToday è in caricamento