Politica

"Noi ci dimettiamo". 11 pronti a firmare per lo scioglimento del Consiglio comunale di Foggia: "È un gesto d'amore per la città"

"Inutile attendere oltre le dimissioni del sindaco Landella: è un atto di responsabilità che non compirà mai". L'opposizione invita i consiglieri di maggioranza a riflettere e "agire con coraggio". Appuntamento dal notaio giovedì 18 febbraio

"Inutile attendere oltre le dimissioni del sindaco Landella: è un atto di responsabilità che non compirà mai. Tocca ai consiglieri comunali, di minoranza e maggioranza, compiere un gesto d'amore verso la città e provocare lo scioglimento del Consiglio comunale prima che il peggio per Foggia e i foggiani si compia".

Undici consiglieri comunali di opposizione hanno già preso appuntamento dal notaio. Sono Pasquale Dell'Aquila, Lia Azzarone, Francesco De Vito, Michele Norillo e  Annarita Palmieri, tutti del Pd, l'ex candidato sindaco della coalizione di centrosinistra Pippo Cavaliere, i Cinquestelle Giuseppe Fatigato e Giovanni Quarato, Sergio Clemente, Rosario Cusmai e Giulio Scapato.

"Non ci sono calcoli di parte da compiere o vendette da consumare: l'amministrazione Landella - scrivono i consiglieri di opposizione - ha perso ogni credibilità e non saranno certo i rimpasti in Giunta o la ricerca di nuovi equilibri tra i gruppi consiliari a restituirgliela".

La minoranza lancia un accorato appello ai dirimpettai: "Invitiamo i consiglieri comunali di maggioranza a riflettere con attenzione e ad agire con coraggio, perché al di là e al di sopra del destino politico di ognuno di noi contano la città e i cittadini". Da qui l'invito a presentarsi con loro dal notaio. "Le donne e gli uomini di buona volontà che vorranno aderire al nostro appello saranno i benvenuti allo studio del notaio Paolo Simonetti (piazza Umberto Giordano, 37) giovedì 18 febbraio, alle ore 17. Ci auguriamo di contare sulla presenza e il sostegno dei foggiani".

Il Consiglio comunale viene sciolto in caso di cessazione dalla carica per dimissioni contestuali della metà più uno dei membri assegnati, senza computare nel calcolo il sindaco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Noi ci dimettiamo". 11 pronti a firmare per lo scioglimento del Consiglio comunale di Foggia: "È un gesto d'amore per la città"

FoggiaToday è in caricamento