Foggia, nuovo servizio Assistenza Domiciliare Integrata: la preoccupazione del gruppo 'MeP'

Sottile e De Vito: "Anziani penalizzati e numero operatori drasticamente tagliato nel numero, da 33 a 14"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il gruppo consiliare del Comune di Foggia “Moderati e Popolari” con i suoi consiglieri Claudio Sottile e Francesco Paolo De Vito esprime profonda preoccupazione per il nuovo servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) curato dal Comune di Foggia (Assessorato Politiche Sociali) e l’Azienda Sanitaria.

“In qualità entrambi di ex assessori delegati alle Politiche Sociali – spiegano in una nota stampa congiunta - partecipammo a numerose riunioni in vista dell’attivazione di tale servizio e ci sembrava che l’ADI dovesse essere un servizio in più da offrire ai cittadini foggiani, senza penalizzare gli anziani (circa 300) che adesso usufruiscono del Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD)”.

Tali anziani sono periodicamente aiutati dagli operatori in incombenze necessarie per garantire loro un minimo di vivibilità: fare la spesa, comprare le medicine, pagare le bollette, a volte anche piccoli servizi casalinghi, fare le pulizie, semplicemente fare compagnia. Con il bando pubblicato dal Comune di Foggia tali servizi non sarebbero più previsti e gli operatori dovrebbero svolgere funzioni più assimilate a quelle sanitarie che a quelle più propriamente sociali svolte attualmente.

La preoccupazione si estende anche alla sorte degli attuali operatori che sarebbero drasticamente tagliati nel numero (da 33 a 14) e che inoltre dovrebbero possedere nuovi titoli di accesso (OSS) e la laurea per i coordinatori, disperdendo così professionalità e sensibilità acquisite nel tempo.

“Conoscendo la ben nota sordità dell’assessore Pasquale Pellegrino alle richieste che provengono dai consiglieri comunali che svolgono il proprio ruolo d’indirizzo e di controllo con libertà e non esitano a esprimere legittime critiche, pur appartenenti alla maggioranza che sostiene l’Amministrazione di cui lui è membro, abbiamo chiesto negli scorsi giorni un incontro al Sindaco Mongelli per affrontare politicamente tale questione che si terrà presumibilmente al rientro in Comune dello stesso sindaco, il prossimo lunedì”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento