Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Clemente candidato, nella civica di Emiliano. Rauseo: “Così è fuori dal PD”

Nella civica di 'Emiliano Sindaco di Puglia' potrebbe figurare anche il socialista Angelo Benvenuto. Sergio Clemente pretende la deroga per restare nel Partito Democratico

Potrebbe esserci non solo il piddino Sergio Clemente ma anche il socialista Angelo Benvenuto nella lista civica di 'Emiliano Sindaco di Puglia', quella in cui concorreranno anche l'assessore al Bilancio uscente Leonardo Di Gioia ed  il figlio del consigliere Cecchino Damone, Gigi. L'ipotesi che circolava da un pò, dunque, potrebbe diventare realtà.

Le indiscrezioni giungono da Bari e fanno il paio con quelle che stanno animando il PD foggiano pronto a chiedere ad Emiliano "spiegazioni" in direzione regionale, il prossimo 28 aprile. Probabilmente anche prima. Indiscrezioni sulle quali il segretario del PD, Mariano Rauseo, non intende pronunciarsi per il momento. "Non abbiamo notizie di questo tipo" dichiara a FoggiaToday e rilancia, avvertendo (velatamente ma neanche tanto) Emiliano: "Per me vale ciò che il nostro segretario ha sempre detto, ossia che farà proprie le determinazioni del territorio". Ma, in effetti, se così fosse ovvero se Clemente, uscito dalla "porta PD", dovesse rientrare dalla "finestra civica", le decisioni del partito provinciale non sarebbero scalfite in teoria, al netto dell'imbarazzo che potrebbe accompagnare la spiegazione del "travaso".

Certo, Clemente, che conferma la versione che giunge da Bari, pretende la deroga per restare nel PD, dice. Ed è questo che potrebbe complicare l'operazione dal momento che il via libera dovrebbe giungere dai due livelli locali, cittadino e provinciale. Rauseo, infatti, non si smuove dallo Statuto. "Le regole parlano chiaro: è fuori dal partito chi si candida contro il partito". Insomma, paiono esserci tutti gli elementi per un nuovo scontro. Tanto più che a Bari starebbe facendo insistente la richiesta di inserimento del giovane Di Noia al posto del segretario PSI Santarelli, "soprattutto ed a maggior ragione un socialista lo candida Emiliano" si osserva.

Il socialista sul quale si sta ridiscutendo (un primo veto giunse in origine proprio dal candidato presidente) è appunto Angelo Benvenuto, fortemente sponsorizzato dall'onorevole Lello Di Gioia che lo avrebbe voluto nella lista PD al posto di Santarelli. ll tutto a spese di un altro socialista, il consigliere comunale Luigi Buonarota, che potrebbe essere trasferito nella seconda lista civica del candidato presidente (sempre che si riesca a fare). "Si vogliono soddisfare un po' tutte le richieste, è giusto che gli aspiranti trovino spazio per mettersi in gioco" fanno sapere i più vicini al candidato presidente che non negano la volontà di creare liste più forti del Pd.

E con Leonardo Di Gioia, Gigi Damone, Sergio Clemente, Pippo Liscio ed Angelo Benvenuto i numeri, a loro dire, ci sarebbero tutti. Frena gli entusiasmi il segretario provinciale del PD, Raffaele Piemontese, che ieri una trasmissione televisiva ha invitato ad attendere i risultati ("potrebbero essere tutti smentiti"). Mentre sul possibile "riciclo" di Clemente nella civica del candidato presidente si esprime anche Elena Gentile  che ad Emiliano ricorda: "Il partito non è un autobus" e lo "custodiremo gelosamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clemente candidato, nella civica di Emiliano. Rauseo: “Così è fuori dal PD”

FoggiaToday è in caricamento