Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Perquisizione casa Landella, l'avv. Curtotti: "Nessun documento sequestrato, sede processi non sia piazza mediatica"

La precisazione del legale: "In qualità di suo difensore di fiducia, mi vedo costretto a smentire la fondatezza di tale notizia. Evitare facili strumentalizzazioni e deprecabili ‘fughe in avanti’"

Michele Curtotti

“Nessun documento è stato sequestrato a casa del sindaco Landella, tantomeno documenti ‘scottanti’. Una circostanza che non solo contesto, ma posso del tutto smentire”. E’ quanto precisa al telefono di FoggiaToday l’avvocato Michele Curtotti, legale del primo cittadino dimissionario Franco Landella.

Il legale, infatti, questa mattina è intervenuto con una nota stampa per precisare alcuni aspetti della vicenda, ovvero le circostanze della perquisizione avvenuta lo scorso 1° maggio in casa Landella: “In qualità di suo difensore di fiducia, mi vedo costretto a smentire la fondatezza di tale notizia. Nessun documento, infatti, è stato sottoposto a sequestro”, continua.

“Invito le testate giornalistiche a non diffondere notizie prive di fondamento, nel rispetto dei diritti di chi è sottoposto ad indagini. Nell’apprezzare il riserbo doverosamente tenuto degli inquirenti, invito quindi tutti gli organi di stampa ad evitare facili strumentalizzazioni e deprecabili ‘fughe in avanti’. La sede dei processi - conclude il legale - non può, e non deve essere, la piazza mediatica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perquisizione casa Landella, l'avv. Curtotti: "Nessun documento sequestrato, sede processi non sia piazza mediatica"

FoggiaToday è in caricamento