Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'emissario di Salvini a Foggia per ricomporre la Lega provinciale, "realtà in Puglia che ha le maggiori potenzialità"

Il segretario regionale, Andrea Caroppo, nuovamente a Foggia questo pomeriggio per proseguire la riunione fiume finalizzata a (ri)portare ordine nella Lega foggiana, commissariata solo qualche giorno fa

 

"Sono crisi di crescita". Così il segretario regionale Andrea Caroppo definisce il momento politico delicato vissuto dalla Lega in Capitanata, reduce da due commissariamenti, nel capoluogo dauno e a livello provinciale. Il segretario "pompiere" è oggi nuovamente a Foggia per la riunione fiume del partito (iniziata ieri al D-Campus e  in corso anche in queste ore all'Hotel degli Atleti) finalizzata a sanare le fratture e ricomporre. "Questa è una provincia eccezionale, ricca di energie, dobbiamo solo incanalarle al meglio" continua Caroppo ai microfoni di Foggiatoday. Sul documento firmato da oltre quaranta dirigenti del territorio contro il commissariamento di Daniele Cusmai, Caroppo liquida: "Già ieri ho spiegato le ragioni della mia valutazione. Ciascuno verrà ascoltato e trarremo le conclusioni per il bene della città di Foggia, che, ripeto, è la realtà in Puglia, che ha le potenzalità maggiori". I commissariamenti restano. "Nei prossimi giorni cercheremo di fare una possibile riorganizzazione, senza fretta" dichiara Caroppo, temporeggiando.

Il confronto, duro, si incrocia con le prossime elezioni amministrative: "Troveremo una sintesi che dia l'alternativa all'interno del centrodestra, siamo in condizione di esprimere l'alternativa e siamo tutti convinti che la strada sia quella" dice, in riferimento al candidato sindaco. Primarie? "Priorità è che il centrodestra vada unito. Se le primarie possono garantire l'unità, ben vengano. Se ci sono altri strumenti, ben vengano altri strumenti". 

La riunione è in corso in queste ore.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento