500 foggiani firmano per Salvini: "Molti hanno lasciato le proprie abitazioni per difendere il nostro Capitano"

Questo il commento del segretario provinciale di Lega Giovani, Mario Giampietro: “Sono davvero entusiasta per la vicinanza dei concittadini che hanno deciso di sostenere il nostro leader in questo momento così difficile"

La Lega Giovani con Miranda

Non solo sabato 2 febbraio, ma anche e soprattutto domenica 3, cinquecento foggiani hanno offerto il proprio sostegno a Matteo Salvini, che rischia il processo per la vicenda della nave Diciotti. Nei tre gazebo (uno a Piazza Lanza, uno a Borgo Incoronata e l’ultimo a Piazza Giovanni XXIII, al C.E. P.), organizzato dai ragazzi della Lega Giovani in difesa del “Capitano”, "si è registrato un gradimento sorprendente. Basti pensare che, nel solo Borgo Incoronata, c’è stata una mobilitazione tale da raggiungere nelle prime due ore più di 100 firme"

Questo il commento del segretario provinciale di Lega Giovani, Mario Giampietro: “Sono davvero entusiasta per la vicinanza dei concittadini che hanno deciso di sostenere il nostro leader in questo momento così difficile. Molte persone hanno rivelato di aver lasciato le proprie abitazioni esclusivamente per apporre una firma in difesa di un uomo che sta compiendo con grande impegno il proprio dovere. Difendere i propri confini non può costituire un reato. Tanti italiani e tante persone perbene sostengono questa idea e questa causa. Perciò

voglio ringraziare anche i diversi migranti che in questi due giorni hanno contribuito alla difesa di un uomo che potrebbe essere incriminato ingiustamente. Inoltre voglio ringraziare di cuore tutti i militanti e i dirigenti di Lega Giovani che hanno reso possibile la realizzazione di questa stupenda manifestazione: montare un gazebo, di domenica mattina, in un orario poco comodo, non è cosa per tutti, ma solo per quelli che hanno davvero a cuore un’idea. Senza il cuore e senza le idee la politica è poca cosa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento