Domenica, 16 Maggio 2021
Politica

Gino Lisa, Barone delusa dall'assessore Giannini: “Risposta evasiva e imprecisa”

Per la consigliera regionale “la Regione Puglia deve integrare la documentazione necessaria per dimostrare che non si tratta di infrazione e non può attendere oltre, lasciando inesitate le richieste del territorio”

Gino Lisa

Sulla situazione del Gino Lisa e le domande poste in Consiglio regionale attraverso un’interrogazione, per Rosa Barone è “assolutamente evasiva ed imprecisa la risposta dell’assessore Giannini che continua a chiedere di “attendere”, ma non si capisce bene cosa”. Per la consigliera regionale dei cinquestelle “la Regione Puglia deve integrare la documentazione necessaria per dimostrare che non si tratta di infrazione e non può attendere oltre, lasciando inesitate le richieste del territorio”. E ancora: “Nulla è stato precisato poi sui tempi di chiusura dell'iter per l’assegnazione dei fondi e nello specifico avrei gradito capire quali siano gli atti che ancora mancano, non si può rimandare il discorso nel lassismo infinito di questo dialogo con Bruxelles”.

La consigliera pentastellata aveva chiesto all'assessore al Bilancio Piemontese se i 14 milioni del fondo Cipe fossero ancora a disposizione delle Regione Puglia. “Avevo posto soprattutto alcuni dubbi - prosegue Barone -  circa i riferimenti normativi a cui fa menzione l'assessore che impedirebbero ad AdP SPA in quanto impresa di diritto pubblico e non di diritto privato di cofinanziare il 25% della quota. In ultimo: quale fosse la recente sentenza della corte di giustizia europea del 2014 che non permetterebbe ad una impresa pubblica di poter partecipare al finanziamento del progetto, e che connessione avrebbe questa faccenda con AdP. Non essendo presente oggi in aula l’assessore Piemontese porrò al più presto questi quesiti, sicuramente mi aspetto risposte più concrete”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gino Lisa, Barone delusa dall'assessore Giannini: “Risposta evasiva e imprecisa”

FoggiaToday è in caricamento