Risonanza magnetica per obesi, Gatta denuncia l'assenza a Foggia. Dai Riuniti la replica: "Acquisita e in fase di installazione"

Dopo la denuncia, con interrogazione a Emiliano, da parte del vicepresidente del consiglio regionale, arriva la replica dagli Ospedali Riuniti di Foggia: "L'attuale risonanza ha un lettino capace di sostenere pazienti fino a 160 kg di peso. Ad agosto è stata acquisita una risonanza 3 Tesla, di ultima generazione"

Immagine di repertorio

Risonanza magnetica per obesi: "Pare che solo l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce sia dotato di due apparecchi in grado di sopportare pesi fino a 250 kg e con un tunnel di 70 cm di diametro". È quanto dichiarato dal vicepresidente del Consiglio Regionale Giandiego Gatta, che ha depositato una interrogazione diretta al Governatore Michele Emiliano, "per sapere se intenda colmare una grave lacuna, per certi versi anche discriminatoria".

"Non è concepibile - ha aggiunto l'esponente di Forza Italia - che strutture all’avanguardia come gli Ospedali Riuniti di Foggia siano sprovvisti di strumentazione adeguata, costringendo quindi i pazienti interessati a fare centinaia di chilometri per sottoporsi all’importante esame diagnostico". 

Pronta, però, è giunta la replica degli Ospedali Riuniti: "Già l’attuale risonanza magnetica è dotata di un particolare tipo di lettino capace di sostenere pazienti di peso fino a Kg. 160 e, inoltre, la dotazione si è completata con l’acquisizione di barelle di trasporto dal letto di degenza e dall’ambulanza capace di sopportare pesi corrispondenti alla massima obesità (Kg 250). Così come pure su alcune ambulanze sono installati lettini adeguati per tale fattispecie". 

La nota evidenzia, inoltre, "che proprio nell’ambito del processo di adeguamento tecnologico e in particolare in relazione ai percorsi diagnostici sia di emergenza urgenza, ma anche di elezione, si è acquisita nel mese di agosto 2019 da procedura CONSIP Risonanza Magnetica  “3 TESLA” di ultima generazione capace di sopportare pesi di Kg. 250 e con tunnel di 70 cm di diametro e la stessa attrezzatura è in corso di installazione, contrattualmente prevista entro 180 giorni dall’acquisizione. Si è aspettata, infatti, la procedura CONSIP per la particolare convenienza che, peraltro, era compatibile con i tempi di ultimazione del Dipartimento di Emergenza Urgenza.

Anche la 3° Risonanza Magnetica prevista presso gli “Ospedali Riuniti” di Foggia è stata già caratterizzata da specifico capitolato che contempli le stesse potenzialità diagnostiche per i pazienti obesi.

"L’Azienda Ospedaliero – Universitaria “Ospedali Riuniti” di Foggia - conclude la nota - annovera tra i suoi progetti di sviluppo il Centro di Chirurgia Bariatrica comprensivo di Unità Metabolica e ovviamente non poteva che rimarcare l’acquisizione di attrezzature adeguate per la diagnostica specifica per la delicata fattispecie di pazienti obesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

  • La stanza dell'ospedale non ha la tv, paziente esce e ritorna con due lcd da 32 pollici: "Che bel gesto, grazie Luigi"

  • Domestica ruba denaro in casa, viene incastrata dalle telecamere e minaccia la proprietaria: "Stai attenta, non sai chi sono io"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento