Francesco D’Emilio: “Riscossione dei tributi gestita in maniera irresponsabile”

Il capogruppo Pdl in consiglio comunale denuncia il paradosso emerso dalla gara d'appalto sui tributi. "Per l'irresponsabilità dell'Amministrazione si profila stangata economica per i cittadini" tuona D'Emilio

Dopo la decisione del Consiglio di Stato di accogliere la richiesta di sospensiva presentata dalla società «Gema» , il capogruppo Pdl Francesco D’Emilio, in una nota diramata agli organi d’informazione, esprime il suo disappunto per il “modo irresponsabile” con cui, a suo dire, l’Amministrazione ha gestito la riscossione dei tributi.

Il Consiglio di Stato, nella giornata di ieri, ha scritto un nuovo capitolo della lunga e tormentata storia della gara per l’affidamento del servizio di riscossione di tutti i tributi locali del Comune di Foggia. La quinta sezione, in sede giurisdizionale, ha ordinato al Tar della Puglia il riesame del ricorso della Soget.segno evidente che la gara è stata costruita con leggerezza e approssimazione” dichiara il capogruppo del Pdl al comune di Foggia.

Una gara paradossalmente vinta dalla società che ha formulato l’offerta economica più pesante per il Comune capoluogo. Un paradosso perché l’attuale catastrofica situazione economica di Palazzo di città imporrebbe l’applicazione di criteri economici oggettivamente forti e vantaggiosi, e non di discrezionali criteri tecnici” tuona Francesco D’Emilio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo le casse comunali continuano a soffrire, e l’Amministrazione si rende protagonista di un atto scellerato a danno dei cittadini. La sospensione della gara almeno fino alla decisione del Consiglio di Stato sul ricorso Gema impedisce l’emissione dei ruoli di Ici e Tarsu. I cittadini foggiani, alla vigilia delle ferie, saranno colpiti da una batosta economica senza precedenti, obbligati come saranno a pagare contestualmente due rate Tarsu e la prima rata dell’Ici. Una situazione legata alla ostinata volontà del Comune di non applicare, alla Gema ma non all’Aipa, il decreto mille proroghe. Una circostanza che ha portato noi consiglieri di opposizione a richiedere l’istituzione di un commissione di inchiesta. Mi auguro che su questa richiesta, la risposta della maggioranza che governa la Città sia rapida e non elusiva” conclude l’esponente Pdl.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento