menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Isole Tremiti

Isole Tremiti

Tremiti salve per un “colpo di fortuna”. Gatta. “La battaglia non è ancora finita”

Petroceltic rinuncia, Tremiti salve dal rischio trivellazioni. Cusmai: “Il no secco ha funzionato, vittoria di tutti”. Gatta: “Non abbassiamo la guardia”

Il Governo non ha alcun merito rispetto alla decisione della Petroceltic di rinunciare al permesso di ricerca degli idrocarburi a dodici miglia dalle Isole Tremiti, nei fondali del Mare Adriatico. “Finalmente oggi, si mette la parola fine a questa storia legata alle ‘trivellazioni’,  una vicenda non bella durata nove anni. Il ‘no secco’ ha funzionato, è una vittoria di tutti. Grazie alla società Petroceltic che, rinunciando alle ispezioni dei fondali, ha così salvato la bellezza del nostro arcipelago” ha detto il vicepresidente della Provincia, Rosario Cusmai.

Ma i timori che la partita sia tutt’altro che chiusa, purtroppo restano. A sottolinearlo è il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta: “Purtroppo se sussiste, com’è, la volontà politica di autorizzare le ricerche petrolifere nei nostri mari, non possiamo abbassare la guardia. Dobbiamo lavorare per il referendum perché oggi abbiamo avuto un mero colpo di fortuna con il ritiro della Petroceltic per sue valutazioni economiche. Renzi non c’entra e noi dobbiamo essere pronti a difendere il nostro meraviglioso mare con le unghie e con i denti. La battaglia non è ancora finita”.

Se al momento le Diomedee sono salve lo si deve esclusivamente alla società irlandese, al senso di responsabilità delle istituzioni locali e alla mobilitazione della rete ‘No Triv’ a difesa della tutela del mare e dell’area marina protetta dell’arcipelago garganico. A riguardo non convincono le dichiarazioni del sottosegretario Scalfarotto, che pur ribadendo “l’atto dovuto del rilascio delle autorizzazioni”, ha evidenziato “la bontà del metodo di lavoro del Governo, concentrato sulle implicazioni di ogni singolo dossier e volto a risolvere pragmaticamente le questioni sul tavolo”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento