Michele Lacci: "Ha vinto parte sana dei settori produttivi di Apricena"

La Lista "DemocraticaMente" auspica che questa vittoria di sindacati e lavoratori diventi un motivo di speranza anche per altri lavoratori della nostra città che aspettano da tempo l'adeguamento e il rinnovo del contratto di settore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La Lista "DemocraticaMente" accoglie con favore la firma per il rinnovo integrativo del contratto dei lapidei. Finalmente, dopo due anni e mezzo di lotte e scioperi sindacali che abbiamo condiviso, gli operai, insieme ai sindacati, hanno vinto la loro battaglia con la firma del nuovo contratto. Per il futuro speriamo che i tavoli tecnici e le discussioni non producano più lungaggini così gravi nel rinnovo, perché abbiamo il dovere morale di rispettare la dignità e il lavoro degli operai che sono il primo motore di sviluppo della nostra terra.

Il capogruppo della Lista "DemocraticaMente" commenta così la notizia del rinnovo: "Hanno vinto gli operai e l'imprenditoria "sana", quella che se riceve un controllo di qualsiasi forza dell'ordine ne esce "pulita", quella di cui andare fieri, la stessa che la politica non dovrebbe mai osteggiare ma accompagnare nei percorsi "migliori".

Ha vinto il sindacato che ha dimostrato, a chi non ci crede più, il proprio ruolo sociale, quel sindacato che oggi deve farsi promotore del rispetto del contratto e dei diritti dei lavoratori, ma soprattutto del rispetto delle regole. Se ci saranno lavoratori in nero durante la richiesta di cassa integrazione il sindacato, al fianco della politica, deve fare in modo che ciò non accada. Hanno vinto gli operai che, nonostante la preoccupazione di perdere ore di lavoro e denaro per pagare un mutuo, hanno dimostrato la loro forza. Perciò, auguri a tutti."

La Lista "DemocraticaMente" auspica che questa vittoria di sindacati e lavoratori diventi un motivo di speranza anche per altri lavoratori della nostra città che aspettano da tempo l'adeguamento e il rinnovo del contratto di settore. Ogni uomo che lavora ha il dovere di essere supportato moralmente, ma soprattutto nelle sedi opportune dalla politica nel percorso di rispetto della dignità e del sacrificio che compie nelle difficoltà quotidiane derivanti dalla crisi economica che già ogni giorno incontra.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento