Un nostalgico Fiore a Landella: “Risistemate la scritta della palestra Gioventù Italiana’

Alfonso Fiore, consigliere comunale del Nuovo Centrodestra, rievoca l’importanza della scritta che rievoca il periodo fascista

Alfonso Fiore

In merito ai lavori di ristrutturazione per la riqualificazione dell'ex palestra della Gioventù Italiana di Foggia, il consigliere comunale di maggioranza del Nuovo Centrodestra, Alfonso Fiore, chiede lumi al sindaco, circa la rimozione dell'originaria scritta posta sulla facciata dell'ingresso principale”

Fiore spiega: “Il progetto di recupero e ristrutturazione dell’ex palestra Gioventù Italiana di Foggia, volto alla realizzazione di una struttura funzionale ad ospitare i centri di ascolto per le donne, antiviolenza e l’ufficio mediazione in ambito civile e penale, rappresenta un importante traguardo raggiunto con successo sul piano dell'edilizia cittadina. Siamo di fronte ad un intervento di riqualificazione urbana, finanziato attraverso l'impiego dei fondi FESR 2007- 2012, mirato al riutilizzo sociale di un immobile storico abbandonato, al fine di dotare la città di Foggia di nuove strutture moderne, efficienti e adeguate alle esigenze dei nostri abitanti" commenta il vice capogruppo Fiore..

Il vicecapogruppo dell’NCD prosegue: "Tuttavia mi duole constatare che a seguito dei lavori esterni di ristrutturazione è stata rimossa l'originaria iscrizione posta sulla facciata dell'ingresso principale, struttura storicamente rilevante in quanto luogo associativo, ludico, nonché ricreativo per la gioventù di epoca fascista e non solo. D'altro canto l'ex palestra è sita in via Matteotti, via che storicamente parlando rievoca proprio il medesimo periodo storico in cui è sorto tale edificio”

E conclude: "Alla luce di quanto esposto, chiedo a Landella come sia possibile che posta più volte da me la questione, non si sia provveduto a risistemare immediatamente l’iscrizione. E' incomprensibile che il sindaco non dia il giusto peso alla questione e ci auguriamo che presto vengano presi dei veri provvedimenti, promessi ma mai mantenuti. In una città come la nostra non devono scomparire i simboli che la rendono unica e diversa dalle altre città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento