Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Mainiero: “Mongelli si appresta a svendere il servizio rifiuti ai baresi dell’Amiu”

Commento di Giuseppe Mainiero, coordinatore cittadino di Fratelli D’Italia: “Il Comune di Foggia finirà presto per essere solo uno spettatore delle decisioni prese a Bari”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"Dopo aver voluto il fallimento di Amica che ha portato la città in un’emergenza mai vista prima, il sindaco di Foggia e la sua maggioranza di centrosinistra si apprestano a compiere un’altra “impresa” degna delle loro capacità politiche e amministrative.

Con una determinazione e una fretta che lasciano senza parole, Mongelli si appresta a svendere il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti di Foggia ai baresi dell’Amiu, con un affidamento illegittimo sul piano del rispetto delle norme che regolano la materia (DL n. 95/12 e “Rassegna Normativa – Servizi Pubblici Locali” TITOLO II SEZIONE II “CRITERI DI AFFIDAMENTO DEI SERVIZI PUBBLICI A RILEVANZA ECONOMICA” pag. 57 il c.d. CONTROLLO ANALOGO ) e molto oneroso dal punto di vista economico, riconoscendo ad AMIU Bari ben 25.118.008 euro a fronte dei 20.900.000 che riconosceva ad AMICA.

In questo modo il Comune di Foggia finirà presto per essere solo uno spettatore delle decisioni prese a Bari, con un’inutile partecipazione di minoranza in un’azienda, l’AMIU,  che tra l’altro  hai sensi del combinato disposto del comma 1 e 4 dell’art. 9 del  DL n. 95/12,  dal 07/04/2013 non esiste più, o meglio cosi come recita il succitato comma 4 è soppressa ed inoltre sono nulli gli atti successivamente adottati dalla medesima.  

Centinaia di lavoratori e di famiglie illusi da una speranza vana di avere ancora un lavoro o un reddito, sottacendo colpevolmente il rischio concreto di trovarsi presto  senza né l’uno né l’altro quando l’illegittimità dell’operazione sarà certificata e sancita dagli organismi competenti che Mongelli e il centrosinistra si sono rifiutati di consultare preventivamente, forse consapevoli di un loro parere negativo.

Infatti la stessa Presidenza del Consiglio dei Ministri ha impugnato con ricorso n. 175/2012 Reg. ord. davanti alla Corte Costituzionale la Legge Regionale n. 24/2012 che è la cornice legislativa su cui si basa la delibera adottata ieri da consiglio comunale di Foggia tesa ad acquisire una partecipazione di minoranza in AMIUSPA Ma perché così tanta premura e ansia di svendere un altro pezzo di Foggia a Bari e all’accoppiata Emiliano-Vendola? Se ama così tanto Bari si dimetta e si trasferisca pure, Sindaco. Ma lasci finalmente la nostra città a chi la ama davvero!"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mainiero: “Mongelli si appresta a svendere il servizio rifiuti ai baresi dell’Amiu”

FoggiaToday è in caricamento