Asili nido: ridotte le rette e soddisfatte 236 richieste di bonus

Una famiglia con tre bambini pagherà complessivamente 120 euro, cioè 40 euro a bambino al mese. Il 45% delle famiglie verserà agli asili una retta da 0 a 100euro, mentre il 75% sotto i 200,00euro.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

A quasi un mese dall’avvio delle attività negli asili nido convenzionati e con la definizione delle famiglie assegnatarie dei bonus, l’assessorato all’Istruzione del comune di Foggia ha potuto fare un quadro più preciso della situazione da cui emerge subito un dato: sono state soddisfatte tutte le richieste presentate, ben 236. cameretta asili nido

Altro elemento importante è che le rette sono state sensibilmente ridotte, rispetto allo scorso anno. Ad esempio, una famiglia con un reddito Ise di 41.636,00euro con due figli ha avuto una riduzione della retta da 269,00euro a 157,00euro mensili. Una modalità di calcolo determinata anche con il contributo del Forum delle famiglie e ritenuto innovativo in Italia (con Foggia anche Parma attua lo stesso sistema). Questo metodo di calcolo delle rette è stato esteso dal Comune a tutti i servizi forniti nell’area scolastica come, ad esempio, le mense ed il trasporto.

C’è da precisare che nelle famiglie che hanno più figli in asilo nido (anche tre figli in alcuni casi) per il primo figlio pagheranno la tariffa intera, per il secondo il 50%, mentre il terzo sarà gratuito. Quindi una famiglia con tre bambini pagherà complessivamente 120 euro, cioè 40 euro a bambino al mese. Il 45% delle famiglie verserà agli asili una retta da 0 a 100euro, mentre il 75% sotto i 200,00euro.

Nonostante i tagli del governo nazionale e la precaria situazione finanziaria del comune di Foggia che ha avuto un trasferimento di circa 7,5 milioni di euro in meno siamo riusciti a determinare un vantaggio per le famiglie foggiane, ha sottolineato l’assessore all’Istruzione Matteo Morlino, che da certi punti di vista bilancia altre pressioni fiscali”. Dall’avvio del servizio non sono stati riscontrati problemi o disagi, molte famiglie hanno anche attestato il loro consenso alla riduzione delle rette. “Questa Amministrazione non ha tagliato i servizi rivolti alle famiglie, in modo particolare a quelle più numerose e disagiate, continua Morlino, ed è un chiaro segno della volontà politica di affrontare le problematiche finanziare cercando di mantenere uno standard qualitativo elevato. Si tratta di un risultato di buon governo”.

Il servizio viene fornito da gestori privati rientranti nell’elenco regionale degli autorizzati, questo è indice di qualità e affidabilità, garanzia per ottenere un servizio funzionale alle esigenze delle famiglie e a costi contenuti.

Devo rivolgere un particolare ringraziamento ai gestori degli asili convenzionati perché ancora una volta hanno voluto dare fiducia all’Amministrazione comunale, conclude Matteo Morlino. L’impegno del comune è determinato. Garantiamo un sostegno economico importante, tenuto conto che il costo fissato per ogni bambino è di 650,00euro al mese, e quasi mille euro per i portatori di handicap. E anche con 1.370.00,00euro siamo riusciti a garantire una copertura totale delle richieste”.
 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento