Politica

Commissione respinge ricorso, ma Clemente canta vittoria: ecco la sua versione

In merito alla sua posizione, Clemente ritiene di avere ancora il diritto ad essere incluso nella lista, in quanto “toccherà alla direzione regionale proporre e decidere la lista da presentare agli elettori

Nonostante la commissione nazionale di Garanzia del Partito Democratico abbia respinto il ricorso presentato da Sergio Clemente contro la sua esclusione dalla lista dei candidati in Consiglio regionale, il capogruppo in Consiglio comunale del PD, rivendica la decisione della stessa di dichiarare decaduti Cicolella, Paglialonga e Solimando: “La Commissione ha dato pienamente ragione al consigliere uscente Clemente a proposito delle irregolarità dal lui denunciate rispetto a coloro che non avevano alcun diritto a partecipare al dibattito e al voto, condizionando e falsando così l’andamento delle valutazioni politiche ai fini delle indicazioni per la composizione della lista, che risultano così inficiate dalle fondamenta” si legge in una nota stampa.

In merito alla sua posizione, Clemente ritiene di avere ancora il diritto ad essere incluso nella lista, in quanto “toccherà alla direzione regionale proporre e decidere la lista da presentare agli elettori”. Nel frattempo Il consigliere regionale fa sapere di aver presentato ricorso integrativo alla stessa Commissione nazionale avverso l’assunto che “l’approvazione di una lista in blocco non appare in contrasto con lo Statuto del PD”. Per Clemente “deve essere sfuggita, invece, la normativa statutaria che prevede che non possano esserci votazioni della lista in blocco, se non quando si verifichi l’unanimità dei votanti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissione respinge ricorso, ma Clemente canta vittoria: ecco la sua versione

FoggiaToday è in caricamento