rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica San Nicandro Garganico

San Nicandro, sindaco decide lo 'scambio' di deleghe tra Ritoli e Villani (che perde anche il ruolo di vicesindaco)

Una scelta che ha generato molti punti interrogativi, sopratutto, alla vigilia degli attesi fondi europei per 2milioni di euro, per la rigenerazione urbana

Una decisione inaspettata, comunicata nel pomeriggio dello scorso 12 febbraio, quando il sindaco di San Nicandro Garganico, Costantino Ciavarella, ha deciso per la revoca parziale (e successiva riassegnazione) di alcune deleghe assessorili.

Nel dettaglio, il sindaco ha ritenuto di ‘scambiare’ le deleghe tra Giovanni Villani (già vicesindaco e assessore all’Urbanistica, Manutenzioni, Patrimonio) e Maria Incoronata Ritoli che cede all’ingegnere le deleghe relative alla Pubblica Istruzione, Beni architettonici e Centri storici. Villani, inoltre, viene ‘scippato’ anche del ruolo di vicesindaco (che passa invece a Alessandro Calello, assessore all’Ambiente, e Attività produttive). 

Una scelta che ha generato molti punti interrogativi, sia in Comune e in città, soprattutto alla vigilia di un momento importante per la cittadina garganica, in attesa di ricevere fondi europei per 2milioni di euro, da destinare alla rigenerazione urbana; circostanza, questa, che rende l’assessorato all’Urbanistica perno di tutte le attività e gli interventi da programmare e pianificare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Nicandro, sindaco decide lo 'scambio' di deleghe tra Ritoli e Villani (che perde anche il ruolo di vicesindaco)

FoggiaToday è in caricamento