Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Forza Italia non sembra dispiacersi per l'addio di Landella: "Non scompariamo dalla scena politica di Foggia"

La replica del segretario provincia di Forza Italia a Franco Landella, sindaco di Foggia e neo esponente della Lega, dopo le accuse mosse al partito azzurro in merito all'esclusione dalla lista di Michaela Di Donna

Forza Italia non sembra dispiacersi per l'addio dal partito, dopo 26 anni, del sindaco Franco Landella. Toni bassi quelli utilizzati dal segretario provinciale di FI, che preso atto della volontà del sindaco di Foggia di lasciare il partito per entrare nella Lega Lega, mantiene la calma rispetto alle pesanti accuse sollevate dal sindaco all'indirizzo dei dirigenti azzurri sull'esclusione della cognata Michaela Di Donna alla quale il partito "ha preferito i campioni del trasformismo e donnine senza consenso", e guarda avanti augurando al sindaco "il meglio per il prosieguo del suo di percorso politico" dichiara Raffaele Di Mauro, che al sindaco che ha contribuito ad eleggere ricroda che "Foggia non passa nelle mani di alcuno per il solo fatto che il sindaco gli si consegni il tornaconto o il risentimento personale".

Per Di Mauro "in politica come nella vita ognuno è libero di effettuare le proprie scelte, la cui valutazione spetterà agli elettori, unici veri giudici del percorso politico di ciascuno di noi".

E ancora, "l'amministrazione comunale e la città, appartengono ai cittadini che la vivono, e su palazzo di città l'unica bandiera che deve sventolare è quella di una città civile, libera e solidale espressione del buon governo e degli interessi dei cittadini. I cittadini di Foggia che un anno fa hanno votato un'amministrazione di centrodestra, che al suo interno ha la Lega come ha Forza Italia, Fratelli d'Italia e gli eletti delle liste civiche ed è a questo schema voluto dagli elettori che dobbiamo rispetto per la continuità, intensificando una azione di governo onesto e puntuale nell’interesse generale di tutti i foggiani"

Landella chiede scusa alla città: "Io frainteso"

Il segretario provinciale degli azzurri aggiunge: "A me spetterà - in coerenza con la mia storia personale - il compito di rappresentare Forza Italia anche in Consiglio comunale, con la certezza che la qualità dell’agire politico può rappresentare attrazione di energie nuove e sincere, capaci di proposte e iniziative utili a favorire la crescita della città".

E guarda avanti: "Oggi Forza Italia rinnova alla città di Foggia il suo impegno che, partendo da lontano, a fronte di vari avvicendamenti - non sempre rimpianti - si conferma partito di equilibrio e qualità le cui proposte oggi unanimemente, in uno scenario politico confuso, velleitario e parolaio, sono riconosciute e apprezzate;  Forza Italia resta la solida casa di quanti si riconoscono nei valori cattolici, liberali e conservatori".

Raffaele Di Mauro conclude: "Forza Italia, dunque, non scompare dalla scena politica cittadina e intende proseguire responsabilmente il suo percorso in coerente e costante collaborazione con gli altri partiti del centrodestra, con cui affronterà nel prossimo mese una campagna elettorale che la vedrà protagonista con i suoi candidati al fianco di Raffaele Fitto per restituire alla Puglia e ai pugliesi un buon governo"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia non sembra dispiacersi per l'addio di Landella: "Non scompariamo dalla scena politica di Foggia"

FoggiaToday è in caricamento