rotate-mobile
Politica

Clemente prova a difendersi dalle sberle del PD: “Polemiche sterili e dannose”

Domani, presso la sede della segreteria cittadina del partito, Sergio Clemente formalizzerà le sue dimissioni da capogruppo in Consiglio comunale del PD

“Polemiche sterili e dannose”. Utilizza queste parole, Sergio Clemente, per rispondere alla dura presa di posizione di Mariano Rauseo e di Raffaele Piemontese, che proprio ieri, in concomitanza con il Consiglio comunale in cui il Partito Democratico ha dibattuto in aula i problemi di Foggia alla presenza del solo Alfonso De Pellegrino, ha dato l’ultimatum al consigliere regionale – a cui era stato già chiesto di dimettersi da consigliere comunale – di formalizzare le dimissioni da capogruppo del partito e convocare il gruppo consiliare per l’elezione del suo successore.

Il consigliere regionale comunicherà le sue dimissioni domani alle 9 presso la sede del PD cittadino comunicate il 3 marzo scorso. Prima, però, precisa di aver convocato nello stesso giorno il gruppo, ma la riunione su richiesta di Rauseo, sarebbe stata aggiornata al 7 marzo, poi all’8 e ancora al nove per via dell’assenza di alcuni componenti.

Così Sergio Clemente: “Il sottoscritto è stato presente in tutt'e tre le occasioni. Appare, quindi, molto strano che, il segretario provinciale Piemontese, che nulla conosce in merito a tali circostanze, si unisca al segretario cittadino Rauseo che dimentica gli incontri già avvenuti fomentando una polemica inutile e, anzi, pericolosa per l'immagine del partito. Per quanto mi riguarda non intendo più rispondere a polemiche dannose per il partito ed artificiose, in quanto probabilmente, nascondono altri fini di tipo elettoralistico".  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clemente prova a difendersi dalle sberle del PD: “Polemiche sterili e dannose”

FoggiaToday è in caricamento