Il reparto Prevenzione Crimine a San Severo, Miglio: “Accolte le nostre richieste”

Il commento del sindaco di San Severo dopo l’annuncio da parte del Ministro dell’Interno dell’istituzione di un terzo Reparto Prevenzione Crimine che avrà sede a San Severo

Francesco Miglio

"La decisione dell'istituzione del Reparto Prevenzione Crimine con sede a San Severo rappresenta un risultato formidabile per chi, come noi, molto prima di tanti altri, ha percepito la serietà e l'estrema urgenza dell'emergenza criminalità, travalicando i confini del mero territorio comunale, ed estendendolo all'intera Capitanata. L'Amministrazione Comunale di San Severo dallo scorso mese di febbraio per prima ha chiesto una presenza maggiore dello Stato, portando all'attenzione del Ministro dell'Interno sen. Marco Minniti la situazione di grande disagio vissuta dalla nostra popolazione, con una serie di articolate richieste che nelle settimane e mesi successivi hanno trovato ascolto".

Il Sindaco di San Severo Francesco Miglio, commenta così l'istituzione del Reparto Prevenzione Crimine in San Severo, confermata ieri a Foggia dal Ministro Minniti, a margine del Comitato Nazionale sulla Sicurezza, presieduto proprio dal Ministro: "Mentre esprimo ancora una volta dolore e partecipazione per il gravissimo fatto di sangue avvenuto poche ore fa nelle campagne di San Marco in Lamis, la conferma che ci sarà in San Severo un Reparto di Prevenzione Crimine è motivo di grande soddisfazione ed orgoglio - aggiunge il Sindaco Miglio - che voglio dedicare alla mia gente, ai tanti sanseveresi che hanno creduto nell'azione propositiva e sinergica attuata dall'Amministrazione Comunale di San Severo, che hanno partecipato alla mobilitazione cittadina contro la criminalità, che hanno sostenuto positivamente il nostro forte impegno per ribadire legalità e sicurezza”.

Prosegue Miglio: “Non è certo il tempo di fare polemiche, ma non possiamo dimenticare che ancora in queste ore, specie sui social, attuali esponenti dell'opposizione e vecchi amministratori desiderosi ancora di apparire pubblicamente, malgrado i disastri compiuti in un passato più e meno recente, hanno marchiato come mera campagna di immagine lesiva per la città l'attività mia personale e della Civica Amministrazione: il nostro impegno, la linea politica dei vertici comunali, la nostra testimonianza di amore per San Severo ed i sanseveresi hanno trovato ieri il riscontro positivo del Ministro Minniti, a cui facciamo giungere il più sentito ringraziamento per la grande attenzione dimostrata verso la nostra comunità, palesatasi sin dal primo incontro in Ministero nello scorso febbraio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Commentiamo positivamente pure l'invio di quasi 200 militari – conclude il sindaco di San Severo – che giungeranno nelle prossime ore, per intensificare l'azione di presidio e controllo della nostra Capitanata, oltre che l'utilizzazione delle più moderne tecniche investigative. Sono misure ritenute indispensabili per una migliore vivibilità del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento