menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto 23 settembre 2018 a San Giovanni Rotondo, Ansa di Franco Cautillo

Foto 23 settembre 2018 a San Giovanni Rotondo, Ansa di Franco Cautillo

Conte vuole l'alleanza Pd-Cinquestelle in Puglia. Emiliano: "Non tradiamolo"

Regionali 2020, Michele Emiliano crede nell'alleanza in Puglia tra la coalizione del centrosinistra e il Movimento 5 Stelle. Il ministro Francesco Boccia ai cinquestelle: "Abbiate coraggio di tagliare i ponti"

"Non tradiamo Conte". Michele Emiliano in un'intervista rilasciata a La Repubblica riformula l'appello ai vertici di Partito Democratico e Movimento 5 Stelle affinché decidano di correre insieme alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre prossimi. "In Puglia, nella regione del premier Conte, l'appello per l'unità giallorossa va preso più che mai sul serio. L'intesa nazionale Pd-5Stelle non può essere provvisoria". 

Pd e Cinquestelle come cane e gatto

Se Antonella Laricchia a FoggiaToday è stata categoria e ha ribadito il "no" al governatore uscente, sostenendo peraltro di non aver ricevuto pressioni e indicazioni in tal senso dai vertici del movimento, Emiliano sogna ancora di recuperare il rapporto con i grillini pugliesi: "L'invito di Conte che ci chiede di mettere da parte le antiche divergenze, non può restare lettera morta".

Per il candidato presidente del centrosinistra allargato, "non si tratta di convenienza elettorale" perché - spiega - "il centrosinistra potrebbe vincere lo stesso le elezioni e i grillini avere un discreto risultato". 

Per Emiliano vi sarebbe in ballo un progetto politico che è quello di allearsi nella regione del presidene del Consiglio, "dove c'è un Pd molto innovativo e sovversivo rispetto al Nazareno".  L'ex magistrato non si rassegna. "Ci sono due mesi per trovare un accordo, se ci confrontiamo sui contenuti il tempo c'è. La mia coalizione è aperta prima e dopo".

Al Corriere della Sera gli fa eco Francesco Boccia: "Ai cinquestelle chiediamo il coraggio di tagliarsi i ponti alle spalle e di camminare insieme". Il ministro delle Regioni aggiunge e conclude: "Noi e Leu cercheremo di vincere ovunque, ma se 5 Stelle e Italia viva lasciano il Pd da solo devono sapere che, dove non dovessimo farcela, avranno aiutato Salvini e Meloni a vincere. La Puglia è l'esempio più eclatante, una regione modello in cui sarebbe fin troppo facile unire le forze per renderla insieme ancora più moderna e verde. Invece Emiliano deve fare la battaglia da solo. Il Pd continuerà fino all'ultimo a ricercare un'intesa e se non dovesse esserci vinceremo da soli e siamo così testardi che chiederemo di aiutarci anche dopo il voto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento