Per l'assalto a Bari ci sono anche gli animalisti foggiani: Melfitani: "Nessun animale sarà lasciato solo"

Il soggetto politico si è costituito formalmente anche in Capitanata. Anna Rita Melfitani è la coordinatrice provinciale. Capolista per la corsa al Consiglio regionale il veterinario di Cerignola Michele Buttiglione

Michele Buttiglione e Anna Rita Melfitani

Vogliono portare in Regione il benessere animale. E con questo presupposto il Partito Animalista Italiano si presenta per la prima volta alle elezioni in Puglia e si costituisce formalmente in provincia di Foggia. Sostengono il candidato presidente del centrosinistra Michele Emiliano. Da non confondersi con il Partito Animalista Europeo - Pae che ha precisato di non aver siglato alcun patto con il governatore uscente e di non aver dato alcuna indicazione di voto.

La coordinatrice del Partito Animalista Italiano in provincia di Foggia è Anna Rita Melfitani, battagliera animalista e presidente dell'associazione Guerrieri con la Coda, orgogliosa di aver portato in Capitanata il partito a misura delle sue crociate. "Nessun animale sarà lasciato solo", promette. Pretenderanno il rispetto degli animali dalle amministrazioni comunali di Foggia e provincia. Assieme al randagismo, elenca le altre maxi-criticità, dal miraggio dei canili sanitari alle guardie mediche inesistenti.

Lei non sarà candidata. Capolista è Michele Buttiglione di Cerignola, 66 anni, da 36 anni dirigente veterinario dell’Asl di Foggia, che ha a cuore le sorti dei randagi proprio come Anna Rita Melfitani. Al centro del suo impegno per Bari ci sono gli animali e le persone che li amano. "È ormai troppo tempo - ha detto  Buttiglione - che noi animalisti restiamo alla finestra a subire una politica insensibile ai diritti degli animali". Il suo manifesto è particolarmente articolato e comprende il contrasto al "triste fenomeno del randagismo e al business che ruota intorno ai randagi", ponendo fine ai canili lager, e anche il divieto di caccia in tutta la Regione Puglia o, quantomeno, una riduzione della stagione venatoria e delle specie da cacciare. Nella lista compaiono anche i nomi di Ciro Famiglietti di Manfredonia, Alessandra Augelli, Anna Maria Paciulli, Patrik Palumbo, Pasquale Di Carluccio e Annunziata Bruno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento