Casa Sollievo, Cera pungola Emiliano: "Attendiamo risposte sul potenziamento delle strutture sanitarie esistenti"

Il commento del consigliere regionale dopo l'incontro edl Governatore con una rappresentanza del personale amministrativo, medico e sanitario dell'Ospedale di San Giovanni Rotondo

“Mi dispiace contraddire il Presidente Emiliano ma quella di oggi è stata l’ennesima occasione persa!”. Con queste parole il consigliere regionale dei Popolari, Napoleone Cera, ha commentato la visita del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano a Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

“Emiliano dice “basta viaggi della speranza”?. Devo constatare che, dopo cinque anni di governo, il Presidente nonché Assessore alla sanità, continua a brancolare nel buio. D’altronde, non mi spiegherei l’autocritica di qualche giorno fa e la conseguente proposta di candidatura ad assessore alla sanità del prof. Lopalco e – continua – attendiamo ancora i dati che dovevano essere alla base per riorganizzare il Sistema Sanitario e rispondere compiutamente alle reali esigenze del territorio che merita solo una cosa: il potenziamento di tutte le strutture sanitarie già esistenti”.

“Per anni ho ascoltato la richiesta d’aiuto di operatori, utenti e famiglie, ponendo, in Regione, un forte accento su questa problematica, difendendo ciò che pensavo fosse ovvio. Oggi, l’unica cosa che aveva senso dire agli operatori di Casa Sollievo della Sofferenza, dopo la lotta durissima contro il Covid-19, sarebbe stata: “È giusto premiarvi per il lavoro svolto”, conclude Cera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento