Pulizia dei fondali marini, Cusmai spinge per la legge 'Vassallo': "Porterebbe vantaggi al comparto della pesca e all'ambiente"

Il progetto nasce dall'idea di Angelo Vassallo, il 'sindaco pescatore' di Pollica, ucciso il 5 settembre 2010 ed è promosso dalla fondazione a lui intitolata

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Una legge sulla pulizia dei fondali marini. È la proposta di Italia in Comune e dei suoi candidati alle prossime elezioni regionali in Puglia, nella coalizione di centrosinistra a sostegno del candidato presidente Michele Emiliano. Il progetto consiste nel selezionare e stivare tutti quei materiali catalogati come rifiuti speciali (dal ferro alla plastica, passando per il vetro e il ferro) che restano impigliati nelle reti dei pescatori durante la pesca a strascico. “Materiale che compromette la flora e la fauna, e che i pescatori non possono portare a terra, trattandosi di rifiuti speciali, e che, loro malgrado, sono costretti a rigettare a mare”, spiega Rosario Cusmai, coordinatore regionale di Italia in Comune e candidato al consiglio regionale. “La legge ‘Vassallo’ coinvolgerebbe i comandanti dei pescherecci e i Comuni, garantendo ai primi delle agevolazioni economiche, e agli enti un premio in base al materiale raccolto e differenziato”. “Il risultato che si otterrebbe – spiega Cusmai – sarebbe duplice. Perché a un considerevole miglioramento della qualità delle acque, si aggiungerebbe anche un concreto aiuto a un settore come quello della pesca in crisi da anni”. Il progetto nasce dall’idea di Angelo Vassallo, il ‘sindaco pescatore’ di Pollica (nel Cilento) ucciso il 5 settembre 2010, ed è promosso dalla fondazione a lui intitolata. A circa tre mesi dalla sua morte, ad Acciaroli fu sottoscritto un protocollo d’intesa tra la Fondazione ‘Angelo Vassallo’ e i comandanti di sei pescherecci della marineria di Acciaroli e del comune di Pollica. “A oggi nessuna regione ha sposato questo progetto che noi di Italia in Comune intendiamo portare in Consiglio Regionale. Si tratterebbe di una grande opportunità per il nostro amato Gargano e per l’intera Puglia. Adesso ci sono i finanziamenti per dar corpo al progetto. La Puglia sarebbe la prima regione in Italia ad attuarlo”, continua Cusmai che poi chiosa: “La legge sulla pulizia dei fondali sarà il nostro primo impegno a cui ottemperare nel prossimo consiglio Regionale. Nel programma nazionale e regionale di Italia in Comune, l’attenzione alle tematiche ambientali e all’antimafia sociale è da sempre al primo posto, come conferma l’adesione del nostro partito alla ‘rete civica' promossa dalla fondazione ‘Angelo Vassallo’”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento