Da Conte l'ultimatum alla Puglia: approvate la doppia preferenza di genere o interviene il Governo!

Ultimatum del premier Giuseppe Conte al Consiglio regionale della Puglia sulla doppia preferenza di genere

Giuseppe Conte

Sulla doppia preferenza di genere il presidente Giuseppe Conte dà l'ultimatum al Consiglio regionale della Puglia. Il premier non scherza e minaccia i poteri sostitutivi. SI attendeva già oggi il decreto del Governo: "Non possiamo accettare che la Regione Puglia non recepisca il principio fondamentale di parità tra uomo e donna per l'accesso alle cariche elettive. Lo Stato non può retrocedere sul punto".

Conte ha preso atto della volontà di alcuni gruppi regionali ad approvare urgentemente la norma. "Attendiamo allora che si completi il processo nelle prossime ore. Il Governo, forte anche dei pareri giuridici acquisiti, andrà sino in fondo. Siamo pronti ad esercitare i poteri sostitutivi affinché nella Regione Puglia, e in tutte le altre regioni che ancora mancano all'appello, sia riconosciuto e applicato e concretamente principio di parità di genere".

Il ministro Bellanova ha chiesto di procedere alla nomina di un commissario con decreto del governo nazionale: "Esclusivo obiettivo adeguare immediatamente la legge elettorale e garantire la pari opportunità uomo-donna nel nuovo Consiglio regionale. Va da sé che a garantire l'applicazione della norma e la presenza delle donne nel governo della Puglia non può essere chi per cinque anni ha boicottato sistematicamente la prima e le seconde. Di conseguenza non l'attuale presidente"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento