Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emiliano a Foggia non bada agli avversari e spera ancora nei cinquestelle: "Serve squadra come testuggine romana"

Le dichiarazioni di Michele Emiliano all'inaugurazione di Attaccacuore, il muro della gentilezza nel quartiere Croci di Foggia

 

All'accordo elettorale con il Movimento 5 Stelle, Michele Emiliano sembra non crederci più come qualche settimana fa, anche se, tiene a precisare, "Il matrimonio già esiste, noi sosteniamo Conte, un pugliese che noi stimiamo e io sono stato il primo esponente del PD a sostenere la necessità di una collaborazione con il M5S".

Emiliano non chiude ai grillini, parla da vincitore e rilancia: "Non so se lo faremo prima o dopo le elezioni, quel che è certo è che io cercherò nuovamente di coinvolgerli nel Governo della Puglia e mi auguro che si voglia aprire una discussione politica, non sulle persone ma sui programmi".

Scalfarotto, Fitto e gli avversari di turno non lo preoccupano, o meglio, a preoccupare il governatore della Puglia è "la gente in difficoltà e la scarsa attenzione che in politica, vedo, fanno rispetto alla vita quotidiana delle persone. Parlano di cose che nulla hanno a che vedere con le cose pratiche e concrete", perché, aggiunge, "in questo lavoro importante che significa anche dare attenzione alle piccole cose".

"Ci aspettano anni durissimi, aspettiamo una seconda ondata di contagio che quasi certamente arriverà" prosegue Emiliano, che conclude: "Occorre avere la squadra compatta, deve essere una specie di testuggine romana, quella dell'economia e della sanità solidale".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento