Uno per tutti e tutti per uno. La truppa dell'Altra Capitanata direzione Bari con un candidato: ipotesi Cascavilla

Il nuovo movimento politico territoriale fondato, tra gli altri, da Angelo Riccardi e Rino Pezzano e composto da ex sindaci, assessori e consiglieri, vuole "portare la nave in porto". Con Fitto o Emiliano? "Non ci precludiamo niente"

Costanzo Cascavilla

"Faremo sintesi su una candidatura, posso già dire che sarà quasi immediata perché il tempo stringe". Il neonato movimento politico latra Capitanata calerà un solo asso alle Regionali. Uno per tutti e tutti per uno. A svelare un tassello della strategia dei fondatori del progetto è Rino Pezzano, ex vice sindaco di Cerignola. "Non siamo nati ieri". Che siano politici di lungo corso e scafati è un dato di fatto. Sono perfettamente consapevoli che sparpagliarsi proprio ora potrebbe penalizzare tutti. "L'obiettivo è quello di portare la nave in porto - spiega Pezzano - e quindi poter rappresentare tutti quegli interessi del territorio che noi riteniamo non siano stati difesi nel tempo".

Angelo Riccardi, Rino Pezzano, Giuseppe Miglionico, Salvatore Mangiacotti, Giuseppe Mangiacotti e Costanzo Cascavilla, promotori del nuovo contenitore politico, reduci da più o meno recenti incarichi amministrativi, non saranno tutti candidati ma sono "tutti candidabili". Sebbene gli indizi portassero fin qui all'ex sindaco di Manfredonia - difficile tuttora immaginare che rinunci a un impegno diretto perdendo l'occasione di misurarsi con i vecchi amici del Pd -, oggi Salvatore Mangiacotti, su Facebook, ha pubblicato il suo pronostico relativo alle ipotesi di candidature del territorio e in mezzo c'è Costanzo Cascavilla, già sindaco di San Giovanni Rotondo dal 2016 al 2019. Potrebbe essere lui il candidato consigliere individuato dal movimento.

A sentire Pezzano, però, la tocca non sarebbe ancora partita. "È una valutazione che faremo anche rispetto a quello che può essere il territorio di riferimento di ciascuno di noi - fa sapere - e a quello che può essere il potenziale che ognuno di noi potrà esprimere". Sono tutti disposti a fare un passo indietro. Certo, "ognuno avrebbe potuto avere delle legittime ambizioni e avrebbe potuto pure giocarsela, a parer mio - afferma l'ex vice sindaco di Cerignola - però riteniamo di aver acquisito una maturità tale da poter fare sintesi e poter dare ciascuno il proprio contributo rispetto a quella che sarà l'azione politica futura, a prescindere da chi sarà candidato e da chi noi auspichiamo sia il futuro consigliere regionale".

Come aveva anticipato Angelo Riccardi al battesimo del movimento, l'intento è costruire "un percorso che vada ben oltre" l'imminente appuntamento elettorale. Sono a caccia di adesioni, dopo averci messo per primi la faccia. E di contatti ne hanno avuti ma, si sa, di questi tempi esporsi è ardimentoso. La squadra si allarga con gli ultimi acquisti che ingrossano la truppa degli ex: Pino Veneziani, ex vice sindaco di Rodi Garganico, e Alex Frisani, ex consigliere comunale di Cerignola. Non si è capito ancora se si schiereranno con Raffaele Fitto o Michele Emiliano, particolare dirimente. C'è una bella differenza. "Non ci precludiamo niente", dice senza imbarazzi Rino Pezzano. "Non sono chiare le proposte politiche e quindi è opportuna una riflessione. Di Emiliano sappiamo quello che è andato e quello che non ha funzionato, di Fitto c'è bisogno ancora di comprendere dove voglia andare". "Passione politica e amicizia" animano un gruppo all'apparenza eterogeneo. Sono concentrati sul programma, elaborano temi da approfondire: sanità, infrastrutture, agricoltura. Sentono di potersela giocare. "Ci saremo con un nostro candidato. Ci sono sensibilità diverse e abbiamo dato priorità alle necessità del territorio rispetto a quella che può essere l'ideologia di ciascuno di noi".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento