menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Tutolo a Foggia fermato dalla polizia municipale

Antonio Tutolo a Foggia fermato dalla polizia municipale

"Mi inseguono". Tutolo bloccato a Foggia mentre fa i comizi "in passeggino": "Solo qui ci sono problemi"

L'ex sindaco di Lucera e candidato al Consiglio regionale nella lista 'Con' stava per essere portato in caserma per l'identificazione. All'indomani spiega come secondo lui il format non richieda particolari autorizzazioni

È arrivata la polizia municipale, poi sono intervenuti i carabinieri e infine la Digos, per la campagna elettorale itinerante di Antonio Tutolo, ex sindaco di Lucera e candidato al Consiglio regionale nella lista Con (la civica del presidente Michele Emiliano), tornato a Foggia ieri pomeriggio, questa volta nell'isola pedonale di Corso Vittorio Emanuele. Trasporta con due passeggini l'impianto di amplificazione, piazza le casse ("i bambini") e parte, come un artista di strada per intenderci, senza allestire alcun palco. "Mi inseguono, ogni volta che vado a Foggia, non ho capito perché. L'altra volta pure. Non sto facendo comizi, vado in giro e parlo con i cittadini. Non è occupazione di suolo pubblico perché le carrozzine camminano".

Quando sono arrivati i vigili, tre agenti, si è creato un piccolo capannello 'paparazzato' e finito in rete. "Ieri non mi conoscevano e quindi mi dovevano portare in caserma per il riconoscimento. E ho spiegato che ero sempre lo stesso dell'altra volta. Mi sembrava innaturale. Poi mi hanno contestato che potessi creare un assembramento perché sono un personaggio noto. C'erano poche persone che camminavano, due o tre che mi ascoltavano. Voglio semplicemente cercare di parlare un po' con le persone - spiega Antonio Tutolo - Non è che abbia fatto chissà quale tipo di manifestazione, parlo con i cittadini in maniera improvvisata, non è una cosa organizzata e pubblicizzata e credo non occorrano particolari autorizzazioni per parlare con i cittadini. È quello che voglio fare un po' in tutti i comuni: andare lì e cercare di parlare con la gente, senza creare assembramenti".

Ha scelto questa formula per entrare in contatto con i potenziali elettori, non aprirà comitati elettorali e non stamperà manifesti. Si meraviglia dell'accaduto e porta l'esempio dei Cinquestelle che hanno aperto la loro campagna elettorale in Piazza Duomo a Lucera senza alcun impedimento ("bene hanno fatto"). "Sono un po' amareggiato - confessa - perché mi meraviglio che si arrivi a Foggia e ci siano questi problemi che altrove non ci sono".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento