"Mi inseguono". Tutolo bloccato a Foggia mentre fa i comizi "in passeggino": "Solo qui ci sono problemi"

L'ex sindaco di Lucera e candidato al Consiglio regionale nella lista 'Con' stava per essere portato in caserma per l'identificazione. All'indomani spiega come secondo lui il format non richieda particolari autorizzazioni

Antonio Tutolo a Foggia fermato dalla polizia municipale

È arrivata la polizia municipale, poi sono intervenuti i carabinieri e infine la Digos, per la campagna elettorale itinerante di Antonio Tutolo, ex sindaco di Lucera e candidato al Consiglio regionale nella lista Con (la civica del presidente Michele Emiliano), tornato a Foggia ieri pomeriggio, questa volta nell'isola pedonale di Corso Vittorio Emanuele. Trasporta con due passeggini l'impianto di amplificazione, piazza le casse ("i bambini") e parte, come un artista di strada per intenderci, senza allestire alcun palco. "Mi inseguono, ogni volta che vado a Foggia, non ho capito perché. L'altra volta pure. Non sto facendo comizi, vado in giro e parlo con i cittadini. Non è occupazione di suolo pubblico perché le carrozzine camminano".

Quando sono arrivati i vigili, tre agenti, si è creato un piccolo capannello 'paparazzato' e finito in rete. "Ieri non mi conoscevano e quindi mi dovevano portare in caserma per il riconoscimento. E ho spiegato che ero sempre lo stesso dell'altra volta. Mi sembrava innaturale. Poi mi hanno contestato che potessi creare un assembramento perché sono un personaggio noto. C'erano poche persone che camminavano, due o tre che mi ascoltavano. Voglio semplicemente cercare di parlare un po' con le persone - spiega Antonio Tutolo - Non è che abbia fatto chissà quale tipo di manifestazione, parlo con i cittadini in maniera improvvisata, non è una cosa organizzata e pubblicizzata e credo non occorrano particolari autorizzazioni per parlare con i cittadini. È quello che voglio fare un po' in tutti i comuni: andare lì e cercare di parlare con la gente, senza creare assembramenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ha scelto questa formula per entrare in contatto con i potenziali elettori, non aprirà comitati elettorali e non stamperà manifesti. Si meraviglia dell'accaduto e porta l'esempio dei Cinquestelle che hanno aperto la loro campagna elettorale in Piazza Duomo a Lucera senza alcun impedimento ("bene hanno fatto"). "Sono un po' amareggiato - confessa - perché mi meraviglio che si arrivi a Foggia e ci siano questi problemi che altrove non ci sono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento