Lopalco candidato. Emiliano: "Sarebbe una cosa buona". I virologi: "Non c'è nulla di male". Forza Italia: "Scandaloso"

I colleghi di Pierluigi Lopalco non ci trovano nulla di male. Forza Italia, che ha ipotizzato la candidatura dell'epidemiologo si: "Ne ha approfittato". Emiliano: "E' difficile che accetti"

Pierluigi Lopalco candidato consigliere alla elezioni regionali in Puglia è più che una suggestione.  Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine della cerimonia di inaugurazione del reparto di Medicina trasfusionale del Policlinico di Bari, ha parlato della ipotesi di una candidatura dell'epidemiologo in una delle liste civiche  a suo sostegno: "Ho apprezzato l'idea dei miei avversari politici di candidare Lopalco: secondo me hanno ragione" ha ironizzato il governatore della Puglia

"Se non sbaglio è il capo politico di Forza Italia a lanciare la candidatura e ha ragione perché in politica dovrebbero misurarsi non solo i professionisti delle preferenze ma proprio i professionisti della vita. La politica non può essere lasciata agli altri, bisogna misurarsi anche perchè quello è il sistema che cambia le cose". 

Tra le righe Michele Emiliano ha confermato la richiesta pervenuta al professore dell'università di Pisa pugliese di candidarsi: "Non so se accetterà mai di scendere dall'Olimpo nel quale si trova, di scendere agli inferi della politica. Non so se avrà la voglia, il coraggio di andare in questo agone in cui ognuno può dire ciò che vuole su di te. Certo sarebbe bello se nelle liste di tutti i partiti, nelle mie liste e in quelle dei miei avversari, ci fosse gente come il professor Lopalco. Quindi invito tutti quelli che hanno voglia di cambiare, non solo a sostenere la candidatura di qualche altro, ma a mettersi in gioco in tutte le formazioni. Se accogliesse l'invito di Forza Italia (primo partito che ieri ne ha parlato, ndr) sarebbe una cosa buona"

Emiliano ha poi concluso: "È difficile che una personalità di quel livello accetti di scendere negli inferi perchà quando ti candidi consenti a chiunque di dire ciò che vuole".

L'ipotesi della candidatura di Lopalco "è l'ultimo atto di un film che abbiamo iniziato a vedere qualche settimana fa e noi lo avevamo previsto e denunciato", questo il commento del commissario regionale di Forza Italia, Mauro D'Attis e del vice Dario Damani. "Il virologo ha avuto un prestigioso quanto oneroso incarico dalla Regione per affrontare l'emergenza Coronavirus, ma è sempre più chiaro che abbia utilizzato questa vetrina come trampolino di lancio per le elezioni regionali. Siamo convinti che questo "trampolino" lo porterà a fare un "tuffo di testa", con una sonora bocciatura da parte dell'elettorato non solo per lui, ma anche per Emiliano: i pugliesi sono stanchi di veder sperperare soldi pubblici dal centrosinistra per gli interessi elettorali del presidente e dei suoi sodali. Ancor più considerando che stavolta hanno sfruttato i riflettori mediatici in un periodo catastrofico per tutti e ben 120 mila euro della Regione". 

"E' scandalosa", bolla così l'ipotesi di Lopalco candidato la vicepresidente al Senato di Forza Italia, Licia Ronzulli: "Lopalco è consulente del governatore pugliese per l’emergenza Covid ed è assurdo che mentre è lautamente retribuito con i soldi dei cittadini adesso ne chieda anche i voti. Oltretutto, e questo vale tanto per Emiliano quanto per Lopalco, è intollerabile si cavalchi la sovraesposizione mediatica dovuta a questa crisi sanitaria ed economica a fini politici ed elettorali. E’ vero che al peggio non c’è mai fine, ma ragioni di buongusto oltre che di opportunità imporrebbero un ripensamento da parte del virologo”.

All'Adnkronos Salute anche alcuni colleghi e virologi si sono espressi sull'eventualità che Lopalco accetti questa nuova sfida: "E' un paese libero" le parle di Fausto Baldanti, responsabile del Laboratorio di virologia molecolare del Policlinico San Matteo di Pavia.

Il virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco, vede con favore un eventuale ingresso in politica del "collega e amico": "Perché no? Penso che dalla società civile, e dalla scienza, possano arrivare nuove prospettive e nuove forze che possono contribuire all'autorevolezza delle istituzioni. Insomma, la politica potrebbe solo arricchirsi con innesti della società civile, e se Lopalco deciderà di impegnarsi gli faccio i miei migliori auguri".

Il commento di Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e presidente della Società italiana di terapia antinfettiva (Sita): "Stimo molto Pierluigi Lopalco ed è libero di fare quello che vuole. Se come medico si vuole mettere il proprio sapere al servizio della politica, che poi vuol dire essere al servizio dei cittadini, non vedo cosa ci sia di male. Come scendono in politica avvocati o imprenditori non c'é niente di male se un epidemiologo decide di fare politica. Se Lopalco sarà candidato a lui va un grande in bocca al lupo - conclude Bassetti - Certo, non è come fare il medico. Occorre prendere i voti, elaborare un programma e fasi eleggere".

Massimo Clementi, virologo dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano: "Lopalco non sarà l'ultimo: vedo altri colleghi che hanno atteggiamenti che preludono ad una discesa in campo. Fremono per fare politica". Clementi precisa come nel caso di Lopalco "che conosco molto bene, perché sia insieme nel Patto per la scienza" andrebbe "contestualizzato il suo impegno politico in un ambito locale dove peraltro sta già lavorando come consulente per l'emergenza Covid-19. Diverso quindi - puntualizza Clementi - dal caso di alcuni colleghi che invece flirtano con la politica nazionale".

Così Alberto Zangrillo, direttore delle Unità di anestesia e rianimazione generale e cardio-toraco-vascolare dell'ospedale San Raffaele di Milano: "La politica, mai come in questa situazione, ha bisogno di buon senso e di impegno civile con l'obiettivo di formare una vera classe dirigente. Ciò detto, sono contentissimo che questo tipo di impegno non mi riguardi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento