"Elena non mollare". Decine di firme per la candidatura di Gentile: "E' una risorsa del PD, esclusione è sconfitta"

Titti de Simone, consigliera politica del presidente Emiliano, lancia un appello sui social a sostegno dell'ex europarlamentare e invita a sottoscriverlo. In poche ore ha raccolto oltre cento adesioni

"Elena Gentile è una risorsa per il Pd e per la Puglia e deve essere candidata". In poche ore l'appello di Titti de Simone a sostegno dell'ex europarlamentare tagliata fuori dalla lista del Partito Democratico di Capitanata ha raggiunto oltre cento firme, cifra destinata a salire. La consigliera politica del presidente Emiliano per l'attuazione del Programma lo ha lanciato sui social accompagnato dall'invito ad aderire. "Elena è una risorsa per il centrosinistra pugliese - ha scritto ricordando il suo impegno alle primarie - La sua esclusione sarebbe una perdita per tutti e tutte. Chiediamo che Elena Gentile sia candidata e ad Elena di non mollare".

Tra le prime a sottoscriverlo ci sono l'assessore regionale Loredana Capone, la senatrice Assuntela Messina, la consigliera leccese Paola Povero, l'assessore comunale di Bari Paola Romano e la biologa Elvira Tarsitano, già presidente del Pd Puglia. Poi sono arrivate le adesioni di Magda Terrevoli, presidente del Comitato Unico di Garanzia della Regione Puglia e quella di Serenella Molendini, consigliera nazionale di Parità supplente che ha aggiunto una caustica postilla: "Deve essere candidata nella provincia di Foggia e il segretario regionale dovrebbe commissariare il Pd locale che non tiene conto di regole (partecipazione alle primarie) e storia politica e professionale di Elena Gentile. Altrimenti è un’altra sconfitta per il Pd". A firmare non sono soltanto le donne, ma anche tanti uomini, come Ugo Patroni Griffi, presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico meridionale.

Naturalmente c'è anche la firma di Tommaso Sgarro, ex candidato sindaco di Cerignola, da sempre vicinissimo a Elena Gentile, che proprio nelle ultime ore è intervenuto sulla candidatura di Teresa Cicollela "appresa via social": pur formulando l'in bocca al lupo di circostanza, obietta come non sia "la candidata, né di tutto il circolo di Cerignola, né proprio del circolo in punta di Statuto regionale, visto che spetta al coordinamento dare attuazione alle indicazioni degli iscritti per scegliere i candidati nelle elezioni comunali, provinciali e regionali, ma per la prima volta nella storia di questo partito l’organismo non si è mai riunito".

Parla di "gravissimo errore politico" e avverte: "da elettori, sicuramente il nostro voto sarà orientato altrove". Il Partito si è ridotto per lui ormai a "un circolo privato", "per lo più ostile a chi vuole fare politica, e impotente rispetto a logiche di puro potere e autoconservazione personale".

Anche alla luce della mancata approvazione della doppia preferenza in Consiglio regionale, oltre che del rifiuto del suo tesseramento ("Un fatto di natura personale e non politica, come dimostra il diniego della tessera anche a mio padre") ha deciso di lasciare il suo ruolo nella segreteria regionale, in cui era ancora presente, "nonostante il comportamento antistatutario e antidemocratico del PD cerignolano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi nel Foggiano e tre focolai (circoscritti). In Puglia 20 contagiati e nessun morto

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Omicidio a Cerignola: almeno 11 colpi d'arma da fuoco, così è stato ucciso Cataldo Cirulli detto 'Dino Str'ppen'

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Coronavirus: aumentano i casi in Puglia, sono dieci di cui due in provincia di Foggia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento