Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Referendum 12-13 giugno: Forza Nuova si schiera dalla parte del sì

Fiore: "Per quanto concerne i 4 quesiti referendari, FN è apertamente schierata contro la privatizzazione dell'acqua, contro il ricorso al nucleare e contro il concetto giuridico di legittimo impedimento"

In merito ai quattro quesiti referendari dei prossimi 12 e 13 giugno, Forza Nuova si schiera dalla parte dei SI per difendere il Popolo Italiano, in termini di giustizia sociale e sviluppo, dall’ennesimo "indiscriminato attacco dei soliti potentati economico-finanziari". Il Segretario Nazionale di Forza Nuova, On. Roberto Fiore, interviene nel dibattito politico in corso sui referendum rendendo nota la posizione del Movimento “Per quanto concerne i quattro quesiti referendari Forza Nuova è apertamente schierata contro la privatizzazione dell’acqua, contro il ricorso al nucleare e contro il concetto giuridico di legittimo impedimento: Forza Nuova si mobilita per il SI allo scopo di difendere i diritti più elementari del Popolo Italiano e allo scopo di contrastare fermamente gli interessi antinazionali e particolari dei vari centri di potere del liberalcapitalismo”.

Prosegue l’On. Fiore “In un contesto socio-politico come quello attuale, appare chiara l’importanza strategica delle questioni su cui gli Italiani saranno chiamati ad esprimersi il mese prossimo, anche alla luce dei recenti tentativi del Governo di impedire lo svolgimento stesso dei referendum. I primi due quesiti - spiega il Segretario Nazionale di Forza Nuova - sono di fondamentale importanza in quanto la posta in gioco è la difesa di uno dei più preziosi beni di pubblica utilità, l’acqua. Bisogna votare SI per l’abrogazione del decreto-Ronchi che stabilisce al 40% la soglia minima di presenza pubblica nelle società che gestiscono il servizio idrico. L’idea di privatizzare un bene comune come l’acqua è assolutamente scellerata quanto diabolicamente coerente con il concetto liberalcapitalistico dello Stato, dove tutto ha un prezzo, concetto che noi contrastiamo radicalmente. L’acqua deve rimanere pubblica, né và del futuro del nostro Popolo”.

Per quanto riguarda il tema del nucleare”, continua Fiore “ci si deve rendere conto che, al di là degli evidenti rischi per la salute dell’uomo, è tempo di investire su nuove forme di energia (solare, eolica, etc.) più rispettose della Natura e soprattutto non rispondenti a logiche di consumismo sfrenato e di egoismo sociale: il no al nucleare si traduce nel favorire forme di sviluppo sostenibili volte a promuovere uno stile di vita socialmente e moralmente più equo e giusto”.

In merito all’ultimo quesito referendario l’On. Fiore dichiara che “in tema di, immunità parlamentari e quant’altro, Forza Nuova ha da sempre una linea inequivocabile: abbattere e respingere categoricamente qualsiasi alchimia vetero-parlamentarista avente il solo scopo di difendere e conservare una classe politica corrotta, incapace e dannosa per la nostra Patria”.

Massiccia anche in terra di Capitanata la mobilitazione di Forza Nuova per l’ultimmo scorcio di campagna elettorale: A San Severo domenica 5 Giugno dalle 17 alle 21, in pieno centro gazebo con massiccio volantinaggio, saranno presenti il coordinatore provinciale Avv.Michele Lozupone e l’Avv. Elia Irmici corrdinatore cittadino di San Severo, a San Giovanni Rotondo sempre domenica 5 Giugno gazebo con volantinaggio per le vie del centro cittadino, ed infine a Foggia dall’8 al 10 Giugno volantinaggio pee le vie cittadine del centro e soprattutto della periferia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum 12-13 giugno: Forza Nuova si schiera dalla parte del sì

FoggiaToday è in caricamento